PIRELLI CONQUISTA TITOLI ERC JUNIOR U.28 E CIR

Un altro weekend rallystico sotto il segno dei pneumatici Pirelli in una stagione trionfale per i piloti che utilizzano i prodotti del costruttore milanese. Nikolay Gryazin con la sua Skoda Fabia gommata con i Pirelli Scorpion da sterrato ha vinto l’ultima gara del campionato europeo, il Rally Liepaja in Lettonia. Luca Rossetti, Andrea Crugnola e Paolo Andreucci hanno occupato nell’ordine l’intero podio del Rally Due Valli, che chiudeva il campionato italiano rally, con il fondamentale contributo dei Pirelli PZero da asfalto. Con questi risultati si allunga ancora di più l’elenco dei titoli conquistati dai piloti Pirelli sia nel ERC che nel CIR.
Gryazin si è laureato campione europeo Junior Under 28: l’ultimo titolo stagionale che mancava per l’en-plein dei piloti Pirelli. Si aggiunge ad Alexey Lukyanuk (Ford Fiesta) campione europeo assoluto, Martins Sesks (Opel Adam) campione europeo Junior Under 27 e campione ERC3 e Tibor Erdi Junior (Mitsubishi Lancer) campione ERC2.
Per Paolo Andreucci e Anna Andreussi (Peugeot 208 T16) è arrivato l’undicesimo titolo nazionale in carriera: un record straordinario. Anche nel CIR monopolio pressoché totale per i piloti Pirelli, con Andrea Crugnola (Ford Fiesta) e Damiano De Tommaso (Peugeot 208 R2B) vincitori rispettivamente del titolo asfalto e degli scudetti Junior e 2 Ruote Motrici.
“Un fine settimana straordinario che incornicia una bellissima stagione dove i piloti Pirelli hanno dimostrato non solo il loro valore ma anche l’efficienza, l’efficacia e le prestazioni dei pneumatici Pirelli su tutti i tipi di fondo ed in tutte le condizioni meteo – commenta soddisfatto Terenzio Testoni, rally activity manager di Pirelli – A partire dalla vittoria nel WRC2 in Svezia per arrivare ai successi nel campionato europeo e nei campionati nazionali, a cominciare di quello di casa per Pirelli, il campionato italiano. Gli Scorpion per lo sterrato, i Sottozero per la neve, i PZero per l’asfalto e i Cinturato per la pioggia hanno consentito ai loro piloti di esprimersi al meglio con la certezza di avere a disposizione prodotti tecnologicamente all’avanguardia. E fa ancora più piacere vedere che la politica Pirelli a supporto dei giovani ha portato ad una lunghissima serie di titoli ed a far emergere dei nuovi talenti che avranno sicuramente un futuro importante”.