Pilato e Paltrinieri d’oro agli Europei di nuoto

ROMA (ITALPRESS) – Gli Europei di nuoto continuano a regalare gioie all’Italia. In corsia è un’altra serata di gloria per i colori azzurri con due ori, un argento e due bronzi, andando a rimpolpare un medagliere che vede il tricolore nettamente in vantaggio. Il primo metallo più pregiato finisce al collo di Benedetta Pilato in una storica finale dei 100 rana in cui Lisa Angiolini si supera e conquista un insperato argento. La classe 2005 di Taranto è riuscita a precedere anche la rivale lituana Ruta Meilutyte in 1’05”97, con tanto di lacrime nel commento a caldo: “Io lo avevo detto che avremmo potuto fare una doppietta come i maschi, sono contenta, è stato bello. Il pubblico è spaziale”. Un bis da leggenda, subito dopo la finale che ha abbassato il record del mondo nei 100 stile libero. A firmarlo, come in molti si attendevano, è il rumeno David Popovici con il crono di 46”86. Distrutto il primato del brasiliano Cesar Cielo Filho (46”91) che durava da 13 anni: “Era una sfida complicata ma ce l’ho fatta. L’atmosfera mi ha aiutato molto, ci sono tanti rumeni in tribuna e questo mi fa piacere”.
Nella stessa gara Alessandro Miressi si prende il bronzo dietro l’ungherese Kristof Milak: “E’ stata una bella gara, sono felice anche per il tempo. Sono tornato sui miei standard anche se c’è da lavorare per il prossimo anno”. E poi c’è Gregorio Paltrinieri. L’atleta delle Fiamme Oro della Polizia di Stato scrive un’altra pagina di storia. Il carpigiano comanda dall’inizio alla fine gli 800 stile libero e trionfa sotto il boato del Foro Italico davanti al tedesco Maertens: “Aspettavo un momento del genere, è la piscina più bella in cui abbia mai gareggiato e il pubblico in tribuna mi ha dato una carica incredibile”. Sul podio spicca anche il classe 2006 Lorenzo Galossi, bronzo con il record mondiale junior: “E’ da questa mattina che mi aspettavo di salire sul podio con Greg”. Sarah Sjoestroem è d’oro nella finale dei 50 metri farfalla, mentre nei 200 dorso uomini la vittoria va a Yohann Ndoye Brouard. Quinto posto invece per Matteo Restivo, appena davanti al connazionale Lorenzo Mora.
Niente da fare per la staffetta 4×100 stile donne con l’Italia al quarto posto nella gara vinta dalla Gran Bretagna. Tante le semifinali disputate: tra gli italiani hanno conquistato l’accesso alla lotta per le medaglie Matteo Rivolta (100 farfalla), Luca Pizzini (200 rana) e Silvia Scalia nei 50 dorso con tanto di record italiano in 27”39. Altre due medaglie sono arrivate nel corso della giornata dal sincro: Giorgio Minisini e Lucrezia Ruggiero hanno conquistato l’oro nel duo misto libero totalizzando in finale 89.7333 punti, mentre nella medesima specialità al femminile Linda Cerruti e Costanza Ferro si sono prese il bronzo.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com