Paralimpica. Lambertini secondo nel fioretto in Coppa a Eger

L’Italia continua a ricoprire un ruolo da protagonista anche nella seconda giornata di gare della tappa di Coppa del Mondo di scherma paralimpica a Eger.
Emanuele Lambertini e Rossana Pasquino conquistano infatti rispettivamente il secondo ed il terzo posto nelle gare di fioretto maschile categoria A e di sciabola femminile categoria B. Emanuele Lambertini si piazza al secondo posto nella gara di fioretto maschile A. Il fiorettista emiliano dopo aver infatti sconfitto 15-7 in semifinale il russo Oleg Gavrilenkov, è stato fermato in finale sul 15-8 dal padrone di casa, l’ungherese Richard Osvath. L’azzurro, dopo avere vinto per 15-5 l’assalto con il canadese Matthieu Hebert nel tabellone dei 32, ha avuto la meglio col punteggio di 15-6 contro il compagno di Nazionale, Matteo Betti nel derby azzurro che gli ha aperto le porte dei quarti dove ha poi superato 15-8 il turco Hakan Akkaya.
Matteo Betti, dal canto suo, era giunto al derby contro Emanuele Lambertini, dopo aver vinto il primo assalto di giornata contro l’americano Byron Branch per 15-7, mentre Alberto Morelli ha chiuso la sua gara nei sedicesimi, superato 15-6 dal portacolori di Hong Kong Meng Chai Cheong.

Italia sul podio anche nella sciabola femminile categoria B con Rossana Pasquino. Dopo il bronzo iridato, l’azzurra continua ad essere tra le protagoniste del circuito internazionale, aggiungendo il terzo posto conquistato oggi nella tappa ungherese.La sciabolatrice napoletana si è fermata solo in semifinale contro la quotata russa Irina Mishurova, capace di piazzare il 15-12 che l’ha proiettata in finale.Rossana Pasquino aveva raggiunto la semifinale dopo avere vinto gli assalti contro la tedesca Sylvi Tauber per 15-5 e contro la polacca Patrycja Hareza col punteggio di 15-4. E’ arrivata ad un soffio dal podio anche Beatrice “Bebe” Vio che ha prima battuto la thailandese Saysunee Jana per 15-8, ma è stata poi superata 15-8 dall’ucraina Olena Fedota nei quarti. Non è invece andata oltre la fase a gironi l’altra azzurra Roxana Solomon.

Colori azzurri lontani dal podio nelle altre due gare di giornata: nella sciabola femminile categoria A Loredana Trigilia ed Andrea Mogos si fermano alle porte dei quarti di finale, perché rispettivamente sconfitte per 15-6 dall’ungherese Amarilla Veres e per 15-11 dalla georgiana Gvantsa Zadishvili. Era uscita di scena nel turno delle 32 Sofia Brunati, eliminata dalla thailandee Duean Nakprasit per 15-4, mentre Sofia Della Vedova non aveva superato la fase a gironi. Stop dopo la fase a gironi anche per i due portacolori azzurri nella gara di spada maschile categoria B, Gianmarco Paolucci e Michele Massa.
(ITALPRESS).