MORANDI “RACCOLTA E RICICLO, COBAT ALL’AVANGUARDIA”

La mission principale di Cobat è finalizzata al recupero e riciclo delle batterie, uno dei prodotti più dannosi per il territorio. Con una ricaduta decisamente positiva dell’attività sull’ambiente. A parlarne, in un forum nella sede romana dell’Agenzia di stampa ITALPRESS, è Giancarlo Morandi, presidente di Cobat, la grande piattaforma italiana di servizi per l’economia circolare. “Cobat, proseguendo l’attività cominciata oltre 30 anni fa, continua a garantire al nostro Paese una raccolta, un recupero, un riciclo e poi alla fine una produzione di metalli e di plastica e di acido solforico conseguente proprio alla raccolta capillare che facciamo sul territorio di tutte le batterie al piombo – spiega Morandi – Attività che oggi accompagnamo anche alla raccolta e al riciclo delle apparecchiature elettriche ed elettroniche: siamo stati i primi ad occuparci di pannelli fotovoltaici, e anche di pneumatici, e con questo garantiamo a tutti gli operatori del settore un servizio completo per qualsiasi tipo di rifiuto con cui si trovano a che fare. Riteniamo di garantire un’attività veramente eccellente ai soci e alle imprese che si affidano a noi per la raccolta a fine vita dei loro prodotti”.

Si va sempre più verso una mobilità sostenibile, specialmente sul fronte elettrico, e non è semplice conciliare questa conversione con il recupero delle batterie delle auto elettriche. “E’ un problema che Cobat si è posto diversi mesi fa – prosegue Morandi – Abbiamo avviato con il Cnr uno studio finalizzato proprio a garantire la raccolta di tutti i metalli e prodotti che sono all’interno delle batterie a litio. Questa ricerca ha avuto buon esito e oggi siamo nella fase di studio per realizzare un impianto pilota che garantisca, non solo all’Italia ma a tutta l’Europa, la raccolta-riciclo di quei milioni e milioni di batterie che troveremo sulle auto elettriche nei prossimi anni. Siamo leggermente in anticipo sui tempi – conclude Morandi – proprio per garantire alle case automobilistiche da una parte, e agli utenti e a tutto il Paese dall’altra, la continuità di una raccolta di eccellenza anche nel settore delle batterie al litio”.
(ITALPRESS).