Mondiali artistica, Asia e Alice D’Amato in finale all-around

Kitakyushu (JPN) 18 ottobre 2021 Artistic Gymnastics World Championship. Q WAG D'AMATO Alice ITA © foto di Simone Ferraro / FGI

KITAKYUSHU (GIAPPONE) (ITALPRESS) – L’Italia parte col piede giusto ai Mondiali di artistica di Kitakyushu, in Giappone. Dopo le dieci suddivisioni in programma Asia e Alice D’Amato finiscono in 12esima e 13esima posizione nel concorso generale, accedendo quindi alla finale all-around di giovedì, quando dalle 18.15 alle 20.15 ora locale, le migliori 24 ginnaste si sfideranno per il titolo mondiale. Le due agenti del Gruppo Sportivo della Polizia di Stato sono separate da un solo millesimo di punto: 52.099 punti la prima (VO 14.133 – PA 12.333 – TR 13.000 – CL 12.633) 52.098 la seconda (VO 14.333 – PA 13.966 – TR 10.966 – CL 12.833). La russa Angelina Melnikova (pt. 57.065) ha comandato la classifica di qualificazione, inseguita dalle americane Leanne Wong (pt. 55.749) e Kayla Di Cello (pt. 55.700). La padrona di casa, Hitomi Hatakeda (pt. 53.798), tallona dalla quarta posizione.
Con i suoi due ottimi salti al volteggio, Asia D’Amato si è ritagliata il terzo posto degli otto necessari per accedere anche alla finale della rincorsa sui 25 metri, in scena al Kitakyushu General Gymnasium sabato. La genovese classe 2003, grazie ai suoi 13.816 punti, gareggerà nuovamente contro Rebeca Andrade, Elisabeth Geurts, Angelina Melnikova, Csenge Maria Bacsjay, Natalia Escalera, Nancy Taman e Ofir Netzer.
Anche Elisa Iorio (G.S. Fiamme Oro), grazie al suo esercizio pulito sugli staggi asimmetrici, è riuscita a strappare il pass per la finale. La diciottenne modenese incontrerà in parallela Rebeca Andrade, Wei Xiaoyuan, Luo Rui, Angelina Melnikova, Zsofia Kovacs, Vladislava Urazova e Filipa Martins.
Nella finale al corpo libero non rivedremo azzurre mentre, sulla trave ci sono ancora due possibilità date dalla 13esima e 14esima posizione di Elisa Iorio (pt. 13.100) e Asia D’Amato (pt. 13.000). L’accesso in questo ottetto avverrà solo a seguito di una rinuncia per questa finale da parte delle qualificate.
(ITALPRESS).