MANOVRA, DALL’EUROPA AVVERTIMENTO ALL’ITALIA

VALDIS DOMBROVSKIS

Il progetto di piano di bilancio 2020 dell’Italia è a rischio di non conformità con il patto di stabilità e di crescita. E’ quanto sottolinea la Commissione europea, che ha presentato i pareri sui documenti programmatici di bilancio degli Stati membri della zona euro.
Secondo l’esecutivo europeo, sono altri sette i paesi che condividono la stessa situazione dell’Italia: Belgio, Spagna, Francia, Portogallo, Slovenia, Slovacchia e Finlandia. L’attuazione dei documenti programmatici di questi Stati membri potrebbe determinare una deviazione significativa dal percorso di avvicinamento al rispettivo obiettivo di bilancio a medio termine. Per Belgio, Spagna, Francia e Italia le proiezioni segnalano anche la non conformità con il parametro per la riduzione del debito.
“L’Italia è invitata a prendere le misure necessarie all’interno del processo nazionale di bilancio per assicurare che il bilancio 2020 sia conforme al patto di stabilità”, ha sottolineato il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis. “Gli Stati membri con livelli di debito molto elevati, come il Belgio, la Francia, l’Italia e la Spagna, dovrebbero approfittare della minore spesa per interessi per ridurre il loro debito. Dovrebbe essere questa la loro priorità”, ha aggiunto. Pierre Moscovici, Commissario responsabile per gli Affari economici e finanziari, la fiscalità e le dogane, ha dichiarato: “la Commissione invita i paesi con debito elevato a perseguire politiche di bilancio prudenti, mentre incoraggia quelli che dispongono di margini di bilancio a investire di più. Questo approccio differenziato rafforzerà la zona euro”.
(ITALPRESS).