‘MANITA’ ALLA GIAMAICA, AZZURRE AGLI OTTAVI

Cristiana Girelli come Carolina Morace, doppietta di Aurora Galli e Giamaica travolta: l’Italia vola agli ottavi del Mondiale francese con un turno d’anticipo. Dopo l’impresa con l’Australia, la Nazionale di Milena Bertolini concede il bis: 5-0 alle Reggae Girlz. Straordinaria protagonista la 29enne attaccante della Juventus, capace di realizzare una tripletta in un Mondiale come solo Morace nel ’91 contro Taipei. E con sei punti su sei, il passaggio del turno è blindato: martedì col Brasile ci si gioca il primo posto e la possibilità di un ottavo più abbordabile.
Due le novità rispetto all’esordio con l’Australia: fuori Galli e Mauro, dentro Bartoli e Sabatino. E al 12′ l’Italia passa: contatto Swaby-Bonansea in area, l’arbitro Anna-Marie Keighley va alla Var e indica il dischetto dove Cristiana Girelli, al secondo tentativo, fa centro. L’attaccante della Juventus, infatti, si era fatta parare la prima conclusione ma Schneider si era mossa in avanti, da qui la ripetizione del penalty che porta le azzurre in vantaggio. La Giamaica prova a reagire ma l’Italia è brava a chiudere tutti gli spazi, rendendo inoffensiva la manovra delle Reggae Girlz. E al 25′ ecco il raddoppio, firmato ancora da Girelli che, su angolo dalla destra, con un po’ di fortuna trova la deviazione vincente dopo il tacco sfiorato da Bonansea. La Nazionale sfiora poco dopo anche il tris (traversa colpita da Sabatino da pochi passi) mentre dietro Sara Gama è attenta a sbrogliare una situazione complicata. Altro brivido al 38′ sul cross di Shaw ma l’Italia regge e a inizio ripresa chiude i conti, ancora con Cristiana Girelli dopo meno di un minuto: cross dalla destra di Giugliano, Schneider esce a vuoto e l’attaccante bianconera di testa appoggia in rete. Shaw e Grey cercano in qualche modo di riaprire la gara ma sbattono contro il muro azzurro, anche se una leggerezza di Giuliani quasi costa il gol. Il portiere della Juventus si riscatta deviando sulla traversa un tiro-cross di Blackwood, poi Galli, da poco entrata per Bergamaschi, cala la ‘manita’: al 71′ fulmina l’estremo difensore giamaicano con uno splendido destro dai 20 metri, dieci minuti dopo raccoglie la verticalizzazione di Giugliano, aggira Schneider e fissa il risultato sul 5-0. Il sogno azzurro continua.