Malta, graduale allentamento delle misure anti Covid-19

LA VALLETTA (MALTA) (ITALPRESS/MNA) – Il primo ministro maltese Robert Abela ha annunciato che le scuole primarie, i centri per l’infanzia e gli asili nido riapriranno lunedì prossimo, mentre i negozi e i servizi non essenziali saranno riaperti il 26 aprile.
Non è ancora noto quando potranno riaprire i bar e ristoranti. Abela ha sottolineato che ciò dipenderà da come si evolverà la situazione.
Un blocco parziale è stato imposto lo scorso marzo quando sono stati registrati 510 casi di coronavirus in un solo giorno.
Secondo i piani del governo maltese, le scuole medie e secondarie apriranno rispettivamente il 14 e il 16 aprile. Gli istituti di istruzione post-secondaria continueranno a tenere le loro lezioni online.
Il vice primo ministro Chris Fearne ha annunciato che a partire dal 18 aprile le chiese potranno riaprire i battenti e riprendere la messa mentre seguono le misure di mitigazione contro il coronavirus. A partire dal 26 aprile, i gruppi fino a quattro persone saranno ammessi in pubblico mentre il turismo aprirà dal 1 giugno.
Il primo ministro maltese ha dichiarato che le misure possono essere reintrodotte se il numero dei casi positivi aumenterà di nuovo.
Il sindacato degli insegnanti ha affermato di sperare che la revoca delle misure restrittive non porti a un’altra ondata di nuovi casi positivi che metterebbero a rischio la vita di tutti e costringerebbero le scuole a chiudere di nuovo. Il sindacato ha aggiunto che centinaia di educatori non hanno ancora ricevuto la loro notificazione per ottenere il primo colpo di Covid-19.
L’Unione degli educatori professionali ha reagito al piano del governo affermando di raccomandare misure di allontanamento sociale nelle scuole, il rafforzamento delle procedure di ricerca dei contatti e una revisione della valutazione del rischio.
L’associazione maltese che rappresenti i ristoranti e gli albergi ha esortato il governo ad annunciare la data prevista prima del 26 aprile, quando negozi e servizi non essenziali potranno riaprire le porte ai clienti. L’associazione ha accolto con favore la notizia che Malta riaprirà al turismo entro il 1 ° giugno.
La Camera delle PMI maltese ha dichiarato che il graduale allentamento delle misure Covid-19 annunciato dal governo è “chiaramente una manifestazione della rottura del dialogo sociale”. “Anche se tutti apprezzano questa situazione e che in principio siamo d’accordo con la riapertura scaglionata, non si può non dimostrare una grande preoccupazione e angoscia per il modo in cui le aziende continueranno a sopravvivere”.
(ITALPRESS).