La Fipsas festeggia i suoi campioni: 60 medaglie nel 2021

ROMA (ITALPRESS) – La Federazione Italiana Pesca Sportiva Attività Subacquee e Nuoto Pinnato ha conquistato 60 medaglie nel 2021: 16 d’oro, 27 d’argento e 17 di bronzo. Sessanta podi e non è nemmeno un record. “Di solito siamo abituati a conquistarne 90 o 100”, sottolinea con orgoglio il presidente federale Ugo Claudio Matteoli, spiegando come il “calo” sia dovuto alla pandemia e alle tante gare rinviate nella prima parte dello scorso anno. “Quindi abbiamo vinto quello che potevamo vincere e ne siamo felici. Siamo al top nel ranking mondiale e avendo 30 discipline diverse, dalla pesca alla fotografia subacquea, possiamo davvero definirci una famiglia. Abbiamo una cosa in comune: l’acqua. L’acqua è il nostro filo conduttore”. E’ un entusiasmo condiviso quello della Fipsas, che ha riempito l’Auditorium Parco della Musica di Roma con i suoi campioni e con la passione di un movimento in grande crescita. Quella guidata da Matteoli, infatti, non è soltanto una delle federazioni più vincenti dello sport italiano; pur non essendo tra quelle olimpiche, può fregiarsi dell’onore di avere in bacheca ben due Collari d’Oro grazie alle imprese di altrettanti campioni: la pluricampionessa mondiale di apnea Alessia Zecchini (nel 2018) e il pluricampione iridata di nuoto pinnato Stefano Figini (nel 2020).
All’evento “Azzurri Fipsas” – una kermesse inaugurata con l’Inno di Mameli che ha simbolicamente messo il sigillo sulle tante e meritate celebrazioni del 2021 dello sport italiano – ha partecipato anche Silvia Salis, vice presidente del Coni. “Questa festa è la dimostrazione che lo sport, nonostante la pandemia, non si è mai fermato – ha dichiarato – Sono felice di essere qui per due motivi: io sono cresciuta a Genova in una società di pesca sportiva, Lo Scoglio, e poi perchè nel mondo avete milioni di tesserati che in vario modo fanno parte della vostra famiglia”. Vito Cozzoli, presidente e amministratore delegato di Sport e Salute, ha sottolineato come la società dello Stato per la promozione dello sport e i corretti stili di vita “lavora benissimo con la Fipsas e il suo presidente Matteoli, perchè hanno interpretato benissimo lo spirito della riforma capendo che noi siamo al servizio dello sport. Sessanta medaglie sono un grande risultato non solo per lo sport di alto livello: i successi della Pesca Sportiva sono importanti anche per allargare la base della piramide sportiva”.
La specialità più medagliata è la pesca di superficie, guidata da Antonio Fusconi, con ben 33 podi internazionali (9 primi posti, 18 secondi posti e 6 terzi posti), ma è notevole anche il risultato delle attività subacquee e nuoto pinnato, coordinate da Carlo Allegrini, che hanno chiuso il 2021 con 27 medaglie (7 ori, 9 argenti, 11 bronzi). Quattro gli azzurri scelti per l’annuario e la locandina delle premiazioni: Jacopo Falsini, punto fermo della nazionale di Pesca al Colpo e medaglia d’oro a squadre nel Mondiale per Nazioni a Peschiera del Garda, Daniele Lambertini, uno dei protagonisti del trionfo azzurro al Mondiale di Big Game Fishing dello scorso settembre a Pesaro, Cristina Francone, protagonista di una stagione culminata con l’oro nella dinamica con pinne al Mondiale di apnea indoor di Belgrado e Consuelo Dametto, specialista nel fondo del nuoto pinnato con 3 medaglie di 3 metalli diversi alla sua prima convocazione in Nazionale senior (oro nei 3000 mt pinne, argento nei 1000 mt pinne e bronzo nella staffetta 4×1000 mt pinne) durante il Mondiale in Colombia.
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com