Italscherma via da Varsavia con un bottino di 15 medaglie

VARSAVIA (POLONIA) (ITALPRESS) – E’ d’oro e d’argento per l’Italia l’ultima giornata dei Campionati Europei Paralimpici Varsavia 2022 con il trionfo della squadra di sciabola maschile e il secondo posto del team di fioretto femminile. La spedizione azzurra chiude così questa entusiasmante kermesse continentale a quota 15 medaglie, più di qualsiasi altro Paese benchè il Medagliere vada alla Gran Bretagna che vanta ben sei ori. Il team degli sciabolatori composto da Edoardo Giordan, Matteo Dei Rossi e Gianmarco Paolucci è campione d’Europa. Una prestazione encomiabile, di qualità e carattere, ha permesso ai ragazzi del CT Marco Ciari di mettersi al collo la medaglia d’oro dopo una gara-capolavoro, chiusa con il successo in finale per 45-33 contro l’Ungheria. Il culmine di una giornata in cui l’Italia non ha lasciato nulla al caso, nè agli avversari. Grintosi, determinati, affamati, gli azzurri hanno approcciato la pedana con la ferocia di chi vuole fortemente prendersi a ogni costo la medaglia più importante. Il tabellone ha subito riservato all’Italia il quarto di finale contro la Gran Bretagna trascinata da Piers Gilliver, ieri giustiziere di Edo Giordan nell’individuale. E puntale è arrivata la rivincita. Grazie a una grande prova di squadra, infatti, il terzetto italiano si è imposto 45-40 in un assalto divertente ed emozionante. Non meno pathos ha riservato la semifinale contro l’Ucraina. Gli azzurri sono stati bravi a portarsi immediatamente a condurre e hanno conservato un buon vantaggio frazione dopo frazione, gestendo benissimo i momenti cruciali del match e chiudendo con il risultato di 45-37. Di qui, il trionfo in finale sull’Ungheria, match che ha portato Edoardo Giordan, Matteo Dei Rossi e Gianmarco Paolucci in cima al Vecchio Continente. Argento sui titoli di coda per la formazione delle fiorettiste. Andreea Mogos, Loredana Trigilia e Alessia Biagini hanno ceduto soltanto all’Ucraina con il punteggio di 45-43, in fondo a un match equilibratissimo e in cui le ragazze del CT Simone Vanni se la sono sempre giocata alla pari. Le azzurre, forti del fatto d’essere team testa di serie numero 1 del tabellone, hanno avuto accesso diretto in semifinale dove hanno superato l’Ungheria per 45-39 grazie a una prestazione di grande cuore, che ha avuto nel “giro finale” delle ultime tre frazioni il momento decisivo, in cui la squadra italiana ha prima sorpassato e poi staccato nel punteggio le magiare. Per il trio Mogos-Trigilia-Biagini, nonostante il ko in finale con le ucraine, un secondo posto da applausi. L’Italia archivia così la kermesse nella Capitale polacca con 15 medaglie, una in più dell’edizione 2018 a Terni: 2 ori, 8 argenti e 5 bronzi con grande soddisfazione del presidente federale Paolo Azzi e del capo delegazione Alberto Ancarani.
– Foto Bizzi –
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com