Isola “Previsioni meteo hanno influenzato libere Sochi”

SOCHI (RUSSIA) (ITALPRESS) – “Il meteo previsto per domani ha influenzato le prove libere di oggi: i piloti si sono concentrati maggiormente sulla raccolta di dati su tutte e tre le mescole e sull’impostazione di un tempo sul giro nel caso in cui le FP2 abbiano un’influenza sulle posizioni in griglia per la gara, data l’alta possibilità che domani ci siano condizioni di bagnato per tutto il giorno”. Così il responsabile F1 e Car Racing Pirelli, Mario Isola, al termine del venerdì del Gran Premio di Russia. “Il circuito ha offerto effettivamente un buon grip e, come previsto, c’è stata molta evoluzione della pista, anche se la pioggia di domani rischia di resettare l’asfalto aggiungendo un’ulteriore incognita. In queste circostanze, la bandiera rossa nelle FP2 è stata una sfortuna, e i team probabilmente si troveranno ad affrontare la gara di domenica avendo girato poco sull’asciutto”, ha aggiunto e concluso Isola.
Valtteri Bottas ha guidato la doppietta Mercedes in entrambe le sessioni di prove libere di oggi, utilizzando in entrambi i casi pneumatici P Zero Red soft C5. Il finlandese, che anche l’anno scorso a Sochi è stato il più veloce in entrambe le sessioni del venerdì, è andato più veloce dell’anno scorso nelle FP1, ma non è riuscito a eguagliare il tempo ottenuto nelle FP2 nel 2020.
Tuttavia, sono state due sessioni di prove libere leggermente diverso rispetto al solito. Data la pioggia persistente prevista per domani, i piloti si sono concentrati sulla raccolta dati su tutte e tre le mescole per domenica, quando le condizioni meteorologiche dovrebbero essere ancora variabili. Il pilota della Ferrari, Charles Leclerc, e quello della Red Bull, Max Verstappen, partiranno dal fondo della griglia a causa dei cambi di motore, pertanto la simulazione delle qualifiche non era una priorità per loro nelle prove libere. Oggi le condizioni erano abbastanza fresche, con temperature dell’aria intorno ai 22 gradi centigradi e temperature della pista fino a 32 gradi durante le FP2. Una bandiera rossa ha interrotto le FP2 a 20 minuti dalla fine, interrompendo alcuni dei long run. Ciò ha reso più difficile calcolare i gap tra le mescole, ma finora ci sono circa 0,8 secondi tra P Zero Red soft e P Zero Yellow medium e circa 0,5 secondi (stimati) tra medium e P Zero White hard.
In Formula 2 il leader del campionato, Oscar Piastri (Prema), ha conquistato la pole position nelle qualifiche, in cui tutti i piloti hanno utilizzato pneumatici in mescola P Zero Purple supersoft.
Dan Ticktum (Carlin) scatterà in pole per la prima gara di domani – che dovrebbe svolgersi in condizioni di bagnato – dopo essersi qualificato in decima posizione nelle qualifiche di questo pomeriggio. In mattinata, Felipe Drugovich (UNI Virtuosi) è stato il più veloce nelle prove libere, utilizzando pneumatici P Zero Yellow medium come tutti i piloti.
In Formula 3 Jack Doohan (Trident) ha conquistato la pole position nelle qualifiche, mantenendo viva la speranza di conquistare il titolo. Dennis Hauger (Prema) arriva alla prima gara di Sochi con 39 punti di vantaggio in classifica, essendosi qualificato solo al nono posto. Tutti i piloti hanno utilizzato pneumatici P Zero White hard, originariamente previsti per l’ultimo round in programma ad Austin, in Texas, prima del cambio di programma e del trasferimento a Sochi. Di conseguenza, i piloti hanno dovuto concentrarsi sul warm-up dei pneumatici, soprattutto nelle fresche condizioni odierne. A causa del rischio pioggia per domani, la prima gara è stata anticipata da sabato mattina a venerdì tardo pomeriggio, con Roman Stanek di Hitech Grand Prix che partirà dalla pole per la regola della griglia invertita (12° posto dopo le qualifiche di oggi).
(ITALPRESS).