GUASTELLA “SICUREZZA QOODER INEGUAGLIABILE”

Tra i fruitori di Qooder, il nuovo concetto di mobilità a 4 ruote, che combina il meglio del mondo delle auto con quello delle motociclette, realizzato dalla svizzera Quadro Vehicles c’è anche il Professor Claudio Guastella, specialista in Chirurgia Cervico-Facciale, e dirigente di ruolo presso la I Clinica Otorinolaringoiatrica dell’Università di Milano, Ospedale Maggiore Policlinico a Milano. “Mi sono avvicinato alla Quadro Vehicles con il tre ruote, cambiandone due nel giro di qualche anno. Poi mi ha incuriosito l’innovazione tecnica di questo niovo tipo di scooter” dice il Dottor Guastella, riferendosi al nuovissimo Qooder che può contare sul sistema brevettato HTS Hydraulic Tilting System, che gli consente di inclinarsi come una moto a 2 ruote ma di mantenersi aderente all’asfalto grazie alle sue 4 ruote. Una innovativa sospensione idro-pneumatica che permette alle ruote di oscillare simultaneamente, garantendo una guida fluida, precisa e stabile anche nelle peggiori condizioni stradali, come riconosce lo stesso Claudio Guastella che lo usa tutti i giorni per spostarsi a Milano. “La grande stabilità e la sicurezza che dà questo veicolo – dice -. Per me che mi occupo di traumatologia facciale, la sicurezza in un mezzo che viene utilizzato nelle aree urbane e nel percorso casa-lavoro è fondamentale” afferma. “Per quanto riguarda l’automobile sul fronte sicurezza si sono fatti dei passi in avanti incredibili; cosa che invece non è avvenuto per le moto e gli scooter dall’avvento dell’obbligatorietà del casco. Il Qooder, invece, ha una sicurezza ineguagliabile. E vorrei fare una provocazione: visto che per l’auto tanti sistemi di sicurezza sono stati resi obbligatori, sarebbe il caso di rendere obbligatorie le quattro ruote anche per gli scooter”.
(ITALPRESS).