GP Russia. Isola “Domani importante saper gestire pneumatici”

La strategia più veloce per affrontare i 53 giri del Gran Premio di Russia è a una sosta, come è sempre avvenuto dato l’asfalto liscio di Sochi. Tuttavia, le temperature domani dovrebbe essere ancora più elevate di oggi, il che ovviamente avrà un effetto sul degrado termico. Come sempre le squadre cercheranno di orientarsi su una strategia a una sola sosta anche perchè il limite di velocità in pit lane a Sochi è di soli 60 km/h, che si traduce in una perdita di tempo maggiore per effettuare un pit stop, ed è difficile sorpassare se c’è traffico in pista. La strategia più veloce è quella che prevede il primo stint su Red Soft C5 per poi passare a White Hard C3 dopo 12 giri. Altrettanto veloce è utilizzare la Soft per 14 giri e poi Yellow Medium C4 per 39 giri. Come al solito restano valide anche le permutazioni. Leggermente più lenta di queste ma più al limite in termini di usura è la strategia ad una sosta medium-hard: Yellow medium C4 per 22 giri e White hard C3 per 31 giri. Infine, la tattica a due soste più veloce prevede due stint su soft di 12 giri ciascuno e uno su medium, possibilmente utilizzando la mescola medium nello stint centrale di 29 giri.
“Come previsto le prestazioni dei pneumatici sono state molto buone, ma la qualifica in sè è stata sicuramente imprevedibile! Ci aspettavamo che i piloti più veloci utilizzassero la medium in Q2 e così è stato, con la Red Bull di Max Verstappen e la Mercedes di Valtteri Bottas che partiranno domani con questa mescola. Questo dovrebbe dare loro il vantaggio di poter effettuare un primo stint potenzialmente più lungo e una maggiore flessibilità in termini di strategia” spiega Mario Isola, responsabile F.1 di Pirelli. “La bandiera rossa al termine della sessione di Q2 ha rappresentato un’ulteriore sfida per i Team, con alcune grosse sorprese – soprattutto per Lewis Hamilton, che probabilmente aveva intenzione di passare il Q2 su medium – e diverse possibilità tattiche. Si prospetta per domani una battaglia interessante a livello strategico che richiederà un pò di gestione dei pneumatici per chi in particolare volesse partire con soft e intendesse effettuare solo una sosta”.
(ITALPRESS).