GLI STUDENTI IN PIAZZA PER IL CLIMA

Oggi in 180 città italiane e in 27 Paesi del mondo, giovani e meno giovani scendono in piazza per chiedere a governi e imprese azioni forti e immediate per rispondere alla crisi climatica. E’ la terza volta che il movimento Fridays For Future, ispirato dall’attivista 16enne Greta Thunberg, organizza uno sciopero globale.

 

“Più di un milione di persone in tutta Italia. Grazie ragazze, grazie ragazzi”, scrive su Facebook Gianfranco Mascia, promotore del movimento in Italia.

“Sono straordinarie le immagini delle piazze di Fridays for Future, con cosi’ tanti giovani che partecipano con tale passione. Da parte mia e del Governo c’è il massimo impegno a tradurre questa richiesta di cambiamento in soluzioni concrete. Abbiamo tutti una grande responsabilità”, commenta il premier Giuseppe Conte.

“Diamo ai giovani lo spazio che meritano e che si sono guadagnati, senza mettere alcun cappello sui loro messaggi, e consapevoli che le loro proteste sono rivolte verso di noi, verso le scelte della politica nazionale e internazionale, dobbiamo ascoltarli e agire subito”, aggiunge il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, mentre il presidente della Camera Roberto Fico afferma: “Le piazze dei giovani per l’ambiente ci ricordano che abbiamo il dovere – come istituzioni e come politica – di dare risposte serie e urgenti”.