Gallinari super ma i Thunder non frenano la corsa di Boston

Oklahoma City non riesce a fermare la corsa di Boston: settima vittoria di fila per i Celtics, che trovano la giocata decisiva a 5″8 dalla sirena. Smart è bravo a rubare palla a Gilgeous-Alexander, nel prosieguo Walker (27 punti, il migliore dei suoi) subisce fallo e dalla lunetta gli basta fare 1/2 rendendo innocua la tripla allo scadere di Paul (112-111 il finale). A OKC non basta un Danilo Gallinari da 24 punti (8/14 dal campo con 3/6 da tre e 5/6 ai liberi), 5 rimbalzi, un assist e due palle perse in 31 minuti. Oltre i 20 punti anche Gilgeous-Alexander (24), Paul (22) e Schroeder (22). Per quanto riguarda le altre gare della notte, una tripla a fil di sirena di Bojan Bogdanovic regala a Utah il successo su Houston per 114-113, con i Jazz che conservano il quarto posto a Ovest davanti agli stessi Rockets. Protagonisti anche Clarkson (30 punti) e Mitchell (24 punti), sul fronte Houston 39 punti di Westbrook e tripla doppia per Harden (28+10+10). Esordio amaro per Drummond a Cleveland: Cavs travolti per 133-92 dai Clippers, peggior sconfitta interna della storia (il precedente primato era un -39 contro Chicago nel 2012). L’ex Detroit debutta con 19 punti e 14 rimbalzi, per i Clippers 25 punti di Lou Williams e 22 di George. Altro esordio amaro quello di Iguodala con Miami, battuta 115-109 da Portland. Blazers trascinati dal solito Lillard (33 punti e 8 assist), solo due punti per l’ex Golden State, alla sua prima uscita stagionale dalle scorse finali. Korkmaz (31 punti) ed Embiid (28 punti e 12 rimbalzi) firmano il successo di Philadelphia su Chicago (118-111), Atlanta la spunta su New York dopo due supplementari (48 punti e 13 assist per Young), Memphis resta agganciata all’ottavo posto a Ovest grazie al 106-99 su Washington con la prima tripla doppia in carriera di Ja Morant (27+10+10).
(ITALPRESS).