Fvg, dalla Regione incentivi per le Pmi hi-tech

BRITISH AMERICAN TOBACCO AZIENDA TABACCO TABACCHI E DERIVATI STABILIMENTO STABILIMENTI PRODUTTIVO PRODUTTIVI IMPIANTO IMPIANTI ADDETTO ADDETTI SIGARETTA SIGARETTE ELETTRONICA ELETTRONICHE

TRIESTE (ITALPRESS) – Il prossimo 17 giugno si aprono i termini per la presentazione delle domande a valere sul bando per la concessione di incentivi a sostegno della creazione e consolidamento delle micro, piccole e medie imprese dei settori hightech e biohightech. Il bando ha un valore di 2 milioni di euro tra fondi comunitari, nazionali e regionali ed è rivolto alle Pmi dei settori hightech e biohightech, esistenti o intenzionate a costituirsi quale nuova impresa, sia già operanti nel territorio del comune di Trieste con propria sede legale o unità operativa, sia che intendano istituirne una al fine di beneficiare del contributo. I dettagli del bando sono stati presentati stamattina nel corso di un seminario online organizzato dalla Regione e dal Comune di Trieste, con il supporto tecnico dell’Agenzia Lavoro e SviluppoImpresa Fvg.
“Il Friuli Venezia Giulia si è posto l’obiettivo di puntare sui settori di nicchia e di alta professionalità, capaci di esportare servizi e prodotti anche fuori regione” ha commentato l’assessore regionale alle Finanze con delega specifica ai fondi comunitari, Barbara Zilli. Il bando finanzia i costi legati all’avvio dell’attività imprenditoriale e al suo sviluppo, compresi gli investimenti materiali e immateriali. Le iniziative finanziate, in base ad una graduatoria di merito, dovranno avere una durata massima di 10 mesi, con un limite minimo di spesa ammissibile di 10mila euro fino ad un importo massimo concedibile di 40mila euro. Bini si è dimostrato fiducioso sulla ripresa economica “i dati del primo trimestre sono positivi e il tessuto imprenditoriale regionale si è dimostrato molto forte anche se stiamo patendo la mancanza di componentistica e un aumento speculativo dei costi delle materie prime”.
Le domande possono essere presentate tramite il portale online della Regione, accessibile anche dal sito del Comune di Trieste, dalle 10 di giovedì 17 giugno fino alle 16 del 26 luglio.
(ITALPRESS).