Cimice asiatica, FVG chiede “evento eccezionale”

“Con una apposita delibera la Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell’assessore alle Risorse agroalimentari, Stefano Zannier, ha definito il perimetro delle aree del Friuli Venezia Giulia che nel 2019 sono state colpite dalla cimice asiatica, causando danni stimati in oltre 40 milioni di euro”. Lo rende noto la stessa Regione.
Contestualmente, con l’atto approvato oggi, è stato richiesto al Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali di dichiarare il carattere eccezionale di questa infestazione parassitaria al fine di poter accedere ai fondi previsti dalla legge di Stabilità approvata dal Parlamento.
“La presenza infestante della cimice asiatica – segnalata in Friuli Venezia Giulia fin dal 2016 – ha compromesso lo scorso anno soprattutto le produzioni del comparto frutticolo e quelle del mais e della soia”, scrive ancora la Regione.
Per usufruire di queste risorse statali, le aziende agricole danneggiate dovranno presentare le domande di indennizzo al Servizio sviluppo comparto agricolo della Direzione centrale risorse agroalimentari, forestali e ittiche della Regione Fvg entro il termine perentorio di quarantacinque giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto ministeriale di declaratoria dell’esistenza di eccezionalità di questo evento, definito “infestazione parassitaria di cimice asiatica (Halyomorpha halys)”.
(ITALPRESS).