Fiat nel 2021 conferma leadership commerciale sul mercato italiano

TORINO (ITALPRESS) – La dine del 2021 consegna un anno in cui due distinti elementi hanno condizionato in maniera importante il risultato commerciale del brand Fiat. Ad iniziare dalla nota situazione sanitaria ed i suoi sviluppi, proseguendo in maniera ancora più diretta con la carenza di semiconduttori, componente fondamentale per le moderne vetture. Seppure per l’intero mercato italiano delle vetture l’allineamento con i volumi del 2019 sia ancora lontano, il 2021 ha in ogni caso mostrato un recupero sul precedente anno, pari al 5,5% per effetto di 1.457.739 unità complessive. In questo difficile contesto, assumono ancora più valore le performance del brand Fiat che ha incrementato la propria quota di mercato complessiva nel comparto vetture e veicoli commerciali leggeri. Con 278.828 unità, la quota indica il 17% contro il 16,8% dell’anno precedente. Focalizzando esclusivamente le vendite delle vetture a privati, Fiat e Abarth arrivano ad una quota del 14% distanziando ulteriormente il secondo brand in classifica di ben 5,4 punti percentuali, dimostrando in questo modo la netta preferenza degli italiani nei confronti dell’offerta espressa da Fiat.
L’impegno di Fiat si è concentrato sulla transizione energetica con Nuova 500, interamente sviluppata, progettata e prodotta a Torino che con 10.753 immatricolazioni pari al 16% di quota, è stata l’auto elettrica più venduta in Italia. Nuova 500 ha trainato il mercato delle vetture “100% elettriche” che ha più che raddoppiato i suoi volumi rispetto all’anno precedente raggiungendo oltre 67.000 unità. Sono Panda e 500 i modelli dominanti in termini di volumi, occupano il podio nella classifica delle vetture più vendute in Italia con oltre 146.000 immatricolazioni complessive che si riflettono in una quota del 55% nel segmento A. I due modelli sono anche leader tra le vetture ibride, mentre Panda continua ad occupare il gradino più alto del podio tra le citycar 4×4. D’altro canto, con 8 milioni di unità prodotte dal 1980, Panda continua a rappresentare l’auto più venduta in Italia negli ultimi 10 anni. Fiat Tipo dimostra invece la sua capacità di attrazione in un segmento C caratterizzato dalla forte competizione. Le 16.568 unità vendute nel 2021, hanno conferito la posizione di modello più venduto del segmento delle berline compatte e station wagon. Il dinamismo in casa Fiat è senza dubbio ben rappresentato da 500X, sul secondo gradino del podio nel combattutissimo segmento B-SUV con 31.982 immatricolazioni e da 500L che si conferma la monovolume più amata dagli italiani con 18.296 immatricolazioni.
In un mercato dei veicoli commerciali in crescita del 14% rispetto all’anno precedente, Fiat Professional si conferma quale leader del mercato con oltre 55.000 unità vendute ed una quota del 30% in crescita rispetto all’anno precedente. Il best seller del mercato dei veicoli commerciali è Ducato che ha registrato oltre 21.000 immatricolazioni e che guida la classifica nel segmento dei furgoni di grandi dimensioni con oltre il 29% di quota. Ducato è il punto di riferimento nella categoria, un trendsetter prodotto in oltre 10.000 varianti e la cui efficienza del telaio l’hanno reso il numero uno per gli allestitori di veicoli per usi speciali e camper. In generale il comparto trae vantaggio dal capovolgimento delle logiche di consegna, che grazie all’e-commerce perseguono il noto ‘ultimo migliò accendendo i riflettori sulla mobilità elettrica. Con questa premessa, l’estensione della gamma elettrica Fiat Professional vedrà il modello Scudo tra i protagonisti nell’anno appena iniziato, seguendo la scia di Ducato elettrico che ha mostrato la migliore crescita sul mercato. Doblò e Fiorino con volumi in crescita occupano rispettivamente il primo e secondo posto nel segmento dei van compatti con una quota di oltre il 43%.
Talento che ha terminato la commercializzazione a metà dello scorso anno, si colloca comunque al secondo posto nel suo segmento, mentre il nuovo Scudo che rinnova l’offerta nello stesso segmento ha l’ambizione di riconquistare la leadership anche in questo comparto dei van di medie dimensione.
Eligio Catarinella, Country Manager Fiat & Abarth, non nasconde la soddisfazione nel commentare i risultati commerciali del 2021: “Crisi pandemica, mancanza di semiconduttori e politica di incentivi intermittenti hanno segnato pesantemente l’anno appena trascorso. Le quote di mercato di Fiat per ognuno dei segmenti in cui sono presenti modelli del brand, mostrano però una indiscutibile leadership che ci invoglia a perseguire una analoga posizione anche per il 2022, anno in cui ci impegniamo anche a guidare la transizione verso l’elettrificazione. Un ringraziamento è dovuto alla squadra ed alla rete di concessionari: gli ottimi risultati commerciali ed il continuo incremento della qualità nel servizio sono frutto anche del loro costante impegno”.
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com