Elio Germano porta la realtà virtuale in Cineteca Bologna

Elio Germano sarà lunedì 17 febbraio, alle 18 e ore 22, alla Sala Cervi della Cineteca di Bologna (via Riva di Reno, 72) per presentare la trasposizione cinematografica in realtà virtuale del suo spettacolo “La mia battaglia”, tratto dalla traduzione italiana di “Mein Kampf” di Adolf Hitler. “Segnale d’allarme” è il film, realizzato da Elio Germano assieme a Omar Rashid, che nasce da questo esperimento. L’esperienza permette allo spettatore, attraverso i visori, di rivivere la pièce teatrale dalla prima fila immergendosi completamente fino a confondere immaginario e reale. E in quei visori l’attore-mattatore – interpretato da Elio Germano, ripreso da sei obiettivi – è intento in un monologo serrato che diventa presto un crescendo di slogan politici sul senso di comunità, sulla meritocrazia, sulla sicurezza e, più avanti, sulla xenofobia e la purezza della razza. Con appelli appassionanti e affondi deliranti, il comico trascinerà l’uditorio in un crescendo pirotecnico fino a condurlo a una terribile conseguenza finale.
Chi indossa il visore si ritrova nel bel mezzo della platea, seduto tra gli altri, a tifare per questo o quel concetto, a partecipare attivamente al dibattito politico, in un gioco metateatrale e al contempo metacinematografico.
“Segnale d’allarme” sarà presentato alla Sala Cervi fino a giovedì 20 febbraio, sempre con due spettacoli al giorno. Ogni spettatore sarà munito di un visore e i posti disponibili sono limitati: le prevendite sono online sul sito www.cinetecadibologna.it.
(ITALPRESS).