Editoria, Giornata mondiale della libertà di stampa

Domani non è una domenica qualunque per chi opera nell’editoria: è la Giornata Mondiale della libertà di stampa. L’associazione culturale Territori propone una serie di incontri, ‘ConversAzioni’, per valorizzare il significato ed attualizzare l’importanza della libertà di stampa nel 2020. Sono quattro gli appuntamenti proposti per “poter riflettere sul giornalismo, sull’editoria e sul ruolo dei giornalisti, senza filtri, a schiena dritta, con la consapevolezza che la ricerca della verità e della notizia premiano anche se alla distanza (spesso troppo lunga)”. Questo il programma: Ore 15-16 – Sfatiamo il mito delle FakeNews: sui media di riferimento non esistono. Come difendersi e come combattere le notizie che altro non sono che bugie. Conversazione con Lucia Scajola (NewsMediaset), Michele Brambilla (Quotidiano Nazionale), Franco Ferraro (Sky), Isaia Invernizzi (L’Eco di Bergamo), Claudio Del Frate (Corriere della Sera). Conduce Patrizia Corgnati. Ore 16-17: Scrivere e vivere con la paura e sotto scorta. Conversazione con Michele Albanese, consigliere nazionale Fnsi con delega alla legalità, giornalista sotto scorta. Presidente Unci Calabria, il Gruppo di specializzazione dei cronisti del sindacato giornalisti della Calabria. Conduce Angela Panzera. Ore 17-18: Il mestiere del giornalista oggi. Conversazione con Filippo Paganini (presidente Ordine Giornalisti Liguria) e Beppe Gandolfo (consigliere Ordine Nazionale Giornalisti). Conduce Marilena Lualdi. Ore 18-19: La situazione economica dell’editoria locale al tempo del Coronavirus. Conversazione con Francesco Saverio Vetere (segretario Generale Uspi), Gaspare Borsellino (direttore Italpress), Marco Farina (vice presidente Netweek), Valerio Maccagno (Il Saviglianese). Conduce Enrico Anghilante. (ITALPRESS).