Disabilità: Papa “Non c’è inclusione senza fraternità”

Italy, Rome, Vatican,22/05/25. Pope Francis greets the faithful as he leaves at the end of weekly general audience in St. Peter's Square. Papa Francesco saluta i fedeli al termine dell'udienza generale settimanale in Piazza San Pietro. Photograph by Massimiliano MIGLIORATO / Catholic Press Photo (ROME - 2022-05-25, ©Massimiliano MIGLIORATO/CPP / ipa-agency.net) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

ROMA (ITALPRESS) – “Non c’è inclusione, infatti, se manca l’esperienza della fraternità e della comunione reciproca. Non c’è inclusione se essa resta uno slogan, una formula da usare nei discorsi politicamente corretti, una bandiera di cui appropriarsi. Non c’è inclusione se manca una conversione nelle pratiche della convivenza e delle relazioni”. Così Papa Francesco che, in occasione dell’odierna Giornata mondiale delle persone con disabilità, ha ricevuto in Vaticano un gruppo di persone con disabilità, sottolineando che “è doveroso garantire alle persone con disabilità l’accesso agli edifici e ai luoghi di incontro, rendere accessibili i linguaggi e superare barriere fisiche e pregiudizi. Ma questo non basta: occorre promuovere una spiritualità di comunione, così che ognuno si senta parte di un corpo, con la sua irripetibile personalità. Solo così ogni persona, con i suoi limiti e le sue doti, si sentirà incoraggiata a fare la propria parte per il bene dell’intero corpo ecclesiale e per il bene di tutta la società”.
(ITALPRESS).
-foto agenziafotogramma.it-

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com