Cultura Italiae, progetto per vaccinazione in musei e teatri

TEATRO REGIO DI PARMA INTERNI

Mettere a disposizione delle Asl spazi già sanificati e ampi come le biblioteche, i cinema, i musei, i teatri, per promuovere, in accordo con le autorità locali, una massiccia campagna di vaccinazione anti covid, creando nuovi presidi sanitari territoriali. È il progetto “La Cultura Cura”, messo a punto da Cultura Italiae nell’ambito del Programma “RespirO2”. Si tratta di una delle proposte ricevute come risposta all’appello “Vissi d’Arte”. “Riapriamo i luoghi della cultura per vaccinare tutti contro il virus del Covid-19 e contro il virus dell’ignoranza e della solitudine”, sottolinea Cultura Italiae. Per aderire, sostenere e partecipare al programma “La Cultura Cura” si può scrivere a Organizzazione@culturaitaliae.it. Il presidente di Cultura Italiae Angelo Argento ha rivolto un ringraziamento in particolare a Carolyn Christov Bakargiev, direttrice del Museo di Arte Contemporanea di Rivoli, “per avere voluto definire con Cultura Italiae il primo progetto-pilota di apertura di un presidio sanitario per le vaccinazioni, d’accordo con le autorità sanitarie regionali e locali preposte che ringraziamo per la loro collaborazione, presso il prestigioso e importante museo torinese”.
(ITALPRESS).