CON “TELESIA HALF MARATHON” SI CORRE CONTRO IL CANCRO

“Anche quest’anno a Telese si corre contro il cancro. È la seconda edizione di questa camminata al femminile, anche se quest’anno è aperta non solo alle donne che vogliono lanciare questo messaggio di prevenzione, ma anche agli uomini. È una maniera  per ricordare che la prevenzione per il tumore al femminile è importante e riprende il lavoro che la giunta regionale sta facendo per la campagna “Mi voglio bene”. Così Chiara Marciani, assessore della Regione Campania alle Pari Opportunità, a margine della conferenza stampa di presentazione della quarta edizione della “Telesia Half Marathon”, che si terrà a Telese Terme, in provincia di Benevento, il 7 ottobre, abbinata alla Telesia Pink Race, la maratona delle donne per la prevenzione al seno, giunta alla seconda edizione. Alla conferenza, tenutasi presso la  sede del consiglio regionale al Centro Direzionale di Napoli, hanno partecipato anche Rosa D’Amelio, presidente del consiglio regionale della Campania, ed Erasmo Mortaruolo, consigliere regionale Pd.

“Cosa sta facendo la Regione per la salute delle donne? – riprende Marciani – In tutte le Asl sono attivate campagne per gli screening di prevenzione e ci sono partner importanti per la maratona, che anche nei giorni precedenti, offriranno degli screening gratuiti. Questo è sicuramente un passaggio importante insieme a un lavoro costante che deve essere fatto rispetto ai tumori femminili durante tutto il corso dell’anno. Non si parla mai troppo di prevenzione e spesso le donne che hanno in genere il carico della salute delle famiglie, trascurano la propria. Invece la campagna di prevenzione legata alla maratona vuole essere una attenzione che tutte le donne devono avere rispetto a questo tema”. “Anch’io cerco di fare prevenzione – spiega Rosa D’Amelio – Perché so bene quanto è importante, quante vite umane si possono salvare, non solo in quanto donna, ma anche come direttore sociosanitario di un Asl in aspettativa. La maratona è una iniziativa di grande rilevanza sociale che mette insieme pubblico e privato. Dobbiamo lavorare sempre di più su screening capillari non solo per chi viene presso le strutture sanitarie – e dobbiamo attrezzarci molto meglio per l’accoglienza – ma andare noi stessi nei territori per facilitare gli accessi e fare visite come ecografia alla mammella, mammografie. In Campania finalmente sta scattando una coscienza civica sulla prevenzione, ci sono tante iniziative, ne stiamo definendo una col Pascale per le dipendenti del consiglio regionale”.

“La camminata rosa – aggiunge Erasmo Mortaruolo – la Pink Race, anche quest’anno sarà a Telese in occasione della mezza maratona, è sicuramente importante per la prevenzione entrare nell’ottica della medicina di territorio e in questo senso va questa giornata di sensibilizzazione per le donne. Ma il concetto che si vuole lanciare è quello della prevenzione. Il Sannio si candida ad essere un distretto del Wellness. l’anno prossimo saremo interessati come provincia di Benevento per la candidatura alle città europee del vino. Credo che l’anno prossimo potremmo addirittura immaginare di creare invece della mezza maratona una maratona dei vini che possa anche riguardare il messaggio del Sannio come distretto del benessere, non solo per il settore primario, ma anche con iniziative del genere”. “Il tumore al seno – conclude Roberta De vizia, responsabile della casa di cura Gepos di Telese Terme a Benevento – è una delle patologie più frequenti per incidenza nella popolazione femminile, attualmente si è visto un incremento del trend dell’incidenza della patologia mammaria dello 0,9% all’anno. Questo è maggiore nelle donne di età superiore ai 40 anni: si può prevenire facendo un’attenta campagna di screening. L’anno scorso abbiamo visitato gratis 350 donne in due giorni. Le donne devono essere educate alla prevenzione, eludere la malattia attraverso uno stile di vita sano e quando è comparsa devono prevenirne gli effetti indesiderati”.