CLINICA LEGALE, “FAMIGLIE E MINORI TRA DIRITTI E VALORI”

Capire i problemi reali delle persone e vederne la risoluzione. Questo offre la ‘Clinica Legale’ un tirocinio pratico che permette agli studenti della facoltà di Giurisprudenza di Bari che si iscrivono, di scendere in campo passando dalla teoria, quella studiata sui libri, alla pratica, quella maturata ascoltando le persone. La ‘Clinica Legale’ è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nell’aula Contento della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bari. Si tratta della terza ‘Clinica Legale’ messa in campo dall’Università, come ha spiegato il direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Roberto Voza e la prima che vede la collaborazione di Save the Children e dell’Ordine degli avvocati di Bari. “Le Cliniche del diritto – ha detto Voza – servono a mostrare il caso vivo del diritto, in modo da riuscire a risolvere i problemi veri della vita. Una tecnica di apprendimento – ha continuato – in cui si potenzia la dimensione esperenziale. Nella prima ‘Clinica Legale’ – ha spiegato – ci siamo occupati di tutela dei consumatori, nella seconda di homeless e di accesso alle tutele da parte dei senza fissa dimora, in questa terza ci occupiamo di minori (la terza infatti è denominata “Famiglie e minori tra diritti e valori”, ndr).

In tutte e tre i casi – ha aggiunto Voza – si valorizza la funzione sociale del diritto, la sua capacità di stare soprattutto dalla parte dei deboli”. Il professor Voza ha spiegato il motivo di questi tirocini.“Qui a Giurisprudenza, da qualche tempo – ha detto – si sta valorizzando moltissimo la dimensione professionalizzante del sapere giuridico. Tre le parole che sono alla base del nostro dipartimento: diversificazione della nostra offerta formativa, professionalizzazione e internazionalizzazione. Quanto alla professionalizzazione – ha spiegato – abbiamo messo in campo due leve fondamentali: da un lato i tirocini parte integrante del nostro percorso formativo, dall’altro questa nuova metodologia: cliniche legali”. A coordinare la Clinica Legale è il professor Domenico Costantino. “Questa clinica legale – ha detto Costantino – è un’occasione per far conoscere agli studenti i problemi delle persone e come possono essere risolti nei palazzi di giustizia. Questa – ha sottolineato – è la prima Clinica Legale che vede come partner save The Cildren e l’ordine degli avvocati di Bari”.

“E’ importante – ha spiegato – perché gli stduenti potranno svolgere tirocini presso gli sportelli di Save the Children, quindi osservare e comprendere i problemi dei minori. Dopo questa fase di tirocinio, potranno assistere ad alcune udienze che si terranno nel Tribunale di Bari e vedere come vengono rappresentati i conflitti delle persone in ambito familiare e – ha continuato – come vengono risolti”. Inoltre alla fine del corso gli stessi studenti simuleranno un processo. “Vogliamo coinvolgerli e appassionarli – ha detto Costantino”. Ad affiancarli saranno il coordinatore della Clinica Legale, oltre a un referente di Save the Children e dell’Ordine degli Avvocati di Bari. “Si tratta di un’opportunità – ha detto Giovanni Stefanì presidente dell’Ordine degli avvocati di Bari – di vedere l’applicazione del diritto. E mi piace che questa applicazione del diritto venga fatta su famiglia e minori”. “So che vi appassionerete – ha detto Antonella Inverno, Responsabile Unità Policy & Law per Save the Children Italia – perché avrete contatto con il vissuto delle persone, di coloro che hanno meno opportunità nella vita. Quando arriverete agli sportelli – ha continuato – servirà un ascolto attivo. Sarà una formazione interessante sul campo – ha concluso – perché ascolterete il vissuto”.