Cinque anziani trovati morti in una casa di riposo vicino a Roma

ROMA (ITALPRESS) – Tragedia nella notte in una casa di riposo a Lanuvio, ai Castelli Romani. Una decina di anziani sono stati ritrovati, stamane, in stato di incoscienza e per cinque di loro non c’è stato nulla da fare, è stato accertato il loro decesso. La causa ipotizzata al momento sarebbe quella del monossido di carbonio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Velletri, personale del 118 ed i vigili del fuoco.
“Sono sette i ricoverati tutti in codice rosso da questa mattina a seguito della tragedia presso la casa di riposo Villa Diamanti di Lanuvio e tutti con sintomi riconducibili a intossicazione da monossido di carbonio e nello specifico”, rende noto l’Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio. Si tratta di cinque anziani ospiti della struttura e di due operatori sanitari.
“I cinque decessi – fanno sapere dall’Unità di crisi – sono tutti ospiti anziani della casa di riposo tra gli 80 e 99 anni. La prima telefonata è giunta stamani dalla proprietaria della struttura alle ore 9.20 al NUE 112 (Numero unico per le emergenze) ed i soccorsi sono stati immediati. La casa di riposo non rientra in alcun modo tra le strutture del Servizio sanitario regionale ed è stata autorizzata all’attività un paio di anni fa dal Comune”.
(ITALPRESS).