Centeno “Le proposte dell’Eurogruppo mobilitano 540 miliardi”

Mario CENTENO, President of the Eurogroup

ROMA (ITALPRESS) – “Condivido appieno le vostre preoccupazioni per la grave situazione in cui versa l’Unione europea a causa della pandemia da coronavirus. Quella del Covid19 non e’ semplicemente una crisi sanitaria acuta e senza precedenti, ma ha anche innescato la peggior recessione dall’epoca della Grande Depressione”. Lo scrive il presidente dell’Eurogruppo, Mario Centeno, rispondendo al presidente della Camera Roberto Fico e agli altri presidenti di Parlamento che gli avevano scritto qualche settimana fa.
“Come avete sottolineato, occorre uno straordinario sforzo di mobilitazione delle risorse e degli investimenti necessari per attenuare le ricadute socioeconomiche della crisi e ricostruire le nostre economie in uno spirito di solidarieta’. I Governi e i Parlamenti nazionali hanno effettivamente preso provvedimenti celeri e di ampio respiro a sostegno dell’economia. Tuttavia il Covid19, essendo uno shock esterno che colpisce l’intera eurozona, esige un’azione coordinata e comune degli Stati membri a tutela del buon funzionamento del mercato unico e dell’Unione economica e monetaria”, aggiunge.
“E’ su questo che l’Eurogruppo ha lavorato nelle ultime settimane, raggiungendo, nella sua riunione del 9 aprile, un accordo su una serie di proposte nel contesto di una risposta globale e coordinata. Tali proposte, miranti a integrare gli sforzi nazionali e le iniziative delle istituzioni dell’UE, sono illustrate in una relazione dell’Eurogruppo – sottolinea Centeno -. Esse comprendono reti di sicurezza comuni di vasta portata per lavoratori, aziende e titoli di stato. Cumulativamente, queste proposte possono erogare fino a 540 miliardi di Euro facendo leva sulla nostra forza finanziaria collettiva e sulla solidarieta’ europea. Ci si sta adoperando per renderle operative nelle prossime settimane, conformemente alle conclusioni del Presidente del Consiglio europeo in esito alla videoconferenza dei membri del Consiglio europeo del 23 aprile. Oltre a cio’, il Consiglio europeo ha convenuto di portare avanti i lavori attorno a un Fondo per la ripresa temporaneo e mirato per scaglionare nel tempo i costi straordinari della crisi in atto, garantendo al tempo stesso la solidarieta’ con gli Stati membri piu’ colpiti. Esso finanzierebbe programmi dell’UE in armonia con le priorita’ dell’Unione mediante una dotazione finanziaria adeguata, senza escludere una discussione su fonti di finanziamento e strumenti finanziari innovativi”.
“E’ stato chiesto alla Commissione di analizzare l’esatto fabbisogno e sottoporre con urgenza una proposta che sia commisurata all’entita’ della sfida odierna e chiarisca il nesso con il Quadro finanziario pluriennale – conclude Centeno -. L’Eurogruppo dara’ il suo apporto a questo flusso di lavoro nei modi opportuni. Continuera’ a seguire con attenzione la situazione economica e a contribuire a preparare il terreno per una vigorosa ripresa dell’economia. Infine, sono assolutamente d’accordo sul fatto che i Parlamenti nazionali debbano prendere parte attiva a questa discussione. Potete contare sul mio pieno appoggio a tal fine”.
(ITALPRESS).