BREXIT, PARLAMENTO VOTA PER IL RINVIO

La Camera dei Comuni britannica ha approvato, con 322 voti a favore e 306 contrari, un emendamento proposto dal deputato Oliver Letwin che prevede un rinvio del voto sul nuovo accordo tra Regno Unito e Unione Europa per la Brexit.
“E’ un momento eccezionale per il nostro Paese e per il Parlamento”, ha detto il premier Boris Johnson intervenendo alla Camera subito dopo il voto. “Non posso dire – ha aggiunto – di essere sorpreso da questo risultato. La cosa migliore è che il nostro Paese esca il 31 ottobre con questo nuovo accordo e non intendo negoziare un rinvio con l’Ue. Un ulteriore rinvio sarebbe una pessima idea per il paese, per l’Ue e per la democrazia. L’uscita sarà il 31 ottobre”. Per Johnson anche l’Ue non vuole “nessun rinvio”. Il premier ha poi espresso l’auspicio che i parlamentari “possano cambiare idea e sostenere questo accordo. Continuerò a fare quanto è in mio potere – ha detto – per concludere la Brexit il 31 ottobre”.

In precedenza, nel corso del dibattito sul nuovo accordo tra Regno Unito e Unione Europea, Johnson aveva sottolineato come “oggi questa Camera ha la storica opportunità” di approvare il ‘grande accordo’ per la Brexit. Adesso è il momento di farlo”, chiedendo ai parlamentari di “porre fine a questa debilitante lotta” e di “sostenere” un “accordo che ricompone il paese”.
(ITALPRESS).