Us Open, Sinner fatica ma passa al 3° turno

Sono tre gli azzurri al terzo turno degli Us Open, ultimo Slam stagionale in corso sui campi in cemento di New York. Dopo Berrettini e Seppi, nella notte italiana anche Jannik Sinner ha superato il secondo ostacolo a Flushing Meadows. Un’impresa più complicata del previsto perché il 20enne di Sesto Pusteria, numero 16 de ranking mondiale e 13° favorito del torneo, ha dovuto faticare oltremodo per piegare la resistenza dello statunitense Zachary Svajda, 18enne californiano di La Jolla numero 716 ATP, in gara grazie ad una wild card e già giustiziere all’esordio del siciliano Marco Cecchinato. Dopo un primo set in controllo, Sinner ha subito forse anche mentalmente l’ottima prestazione dell’avversario, riuscendo comunque a recuperare da 2-5 e vincere al tie-break il secondo set. Anche nel terzo parziale l’azzurro ha faticato, sprecando due match point nel dodicesimo game prima di cedere al tie-break, ma nel quarto è bastato un break per chiudere 6-3 7-6(2) 6-7(6) 6-4 in tre ore e minuti e 34 minuti.

Sabato al terzo turno Sinner, seguito da coach Riccardo Piatti, troverà dall’altra parte della rete il francese Gael Monfils, 35enne parigino numero 20 del ranking e 17 del seeding, alla 14esima partecipazione a Flushing Meadows dove ha raggiunto le semifinali nel 2016 ed i quarti nel 2010, 2014 e ancora nel 2019 (stoppato al tie-break del quinto set da Berrettini). Uno pari il bilancio dei precedenti con Jannik a segno in due set negli ottavi ad Anversa nell’ottobre del 2019 e Monfils vincitore sempre in due set negli ottavi a Vienna la settimana successiva. Torneranno in campo domani anche Berrettini e Seppi. Dopo aver superato i francesi Chardy e Moutet, per il romano, sesto favorito a New York, il prossimo ostacolo è rappresentato dal bielorusso Ilya Ivashka, numero 53 del ranking, mai così avanti a New York: Berrettini si è aggiudicato entrambe le sfide precedenti con il 27enne di Minsk, disputate negli ottavi a Wimbledon lo scorso luglio e nei quarti del challenger di Portorose nel 2017. Per Seppi, reduce dalle vittorie contro Fucsovics e soprattutto contro Hurkacz, testa di serie numero 10, ci sarà invece una sfida inedita contro il tedesco Oscar Otte, numero 144 del ranking, promosso dalle qualificazioni e per la prima volta nel main draw degli Us Open.

Tra i favoriti nessun problema per Novak Djokovic: il numero uno al mondo ha passeggiato contro l’olandese Griekspoor, superato 6-2 6-3 6-2, e domani al terzo turno affronterà il giapponese Nishikori, mentre negli ottavi potrebbe avere il russo Karatsev in vista di un teorico quarto di finale contro Berrettini. Avanti anche il canadese Shapovalov, settima testa di serie, che si è liberato in tre set dello spagnolo Carballes Baena. Tra le donne, dopo la numero uno Barty e la polacca Swiatek, hanno raggiunto il terzo turno anche Karolina Pliskova e Bianca Andrescuu. La ceca, testa di serie numero 4 de torneo, ha faticato molto per battere la statunitense Anisimova: 7-5 6-7(5) 7-6(7) il punteggio finale dopo aver annullato un match point. Nessun problema invece per Andreescu: la canadese, sesta favorita a New York, ha superato con un doppio 6-4 un’altra americana, Lauren Davis. Con l’eliminazione di Martina Trevisan, invece, non ci sono più italiane in gara nel singolare femminile.

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com