All’Aurelio giornata di pulizie con Ama e ReTake Roma

“Non puliamo la città ma ci prendiamo cura degli spazi in cui viviamo. Se i cittadini non si rendono responsabili della loro città l’amministrazione da sola non ce la può fare”. Così la vice presidente di ReTake Roma, Paola Carra a margine dell’iniziativa organizzata dai volontari nel quartiere Aurelio della Capitale. Alcune decine di cittadini per tutta la mattina si sono impegnati a raccogliere bottiglie di vetro, lattine di alluminio e cartoni abbandonati da Piazza San Giovanni de La Salle. Con loro presente anche una decina di dipendenti di Ama, la municipalizzata ambiente di Roma Capitale e il suo l’amministratore unico Stefano Zaghis. “ReTake sta facendo questa battaglia da anni mettendo a disposizione abilità e competenze dei cittadini”, continua la vicepresidente di ReTake. “Abbiamo avuto un’importante sponda da parte dell’amministratore Zaghis”, prosegue. Oltre cento infatti gli eventi che si sono svolti in collaborazione tra la municipalizzata e l’associazione a partire da settembre, quando l’amministrazione ha deciso di rinnovare il protocollo.
“Quella di ReTake Roma di oggi è un’iniziativa importantissima”, ha sottolineato l’amministratore unico di Ama, Stefano Zaghis. “Con ReTake abbiamo rinnovato lo scorso settembre il protocollo e da allora abbiamo fatto oltre cento eventi su tutta Roma, nella direzione di prendersi cura della propria città. Così mandiamo un messaggio a tutti i cittadini: fate come ReTake, aiutateci a tenere pulita tutta la città”, aggiunge Zaghis. “Grazie all’amministrazione di Roma Capitale abbiamo approvato lo scorso aprile un piano di risanamento da 700 milioni: 360 milioni per il risanamento e 340 milioni per il piano industriale, alcuni di questi già investiti per nuovi mezzi. Il piano sta andando avanti Ama è finalmente un’azienda risanata e pronta per le sfide del futuro”, conclude Zaghis. (ITALPRESS).