Suzuki Challenge, in Grecia per il terzo round stagionale

LUCHINI Andrea BOSCO Piero, Suzuki New Gran Vitara, #201

MILANO (ITALPRESS) – A distanza di due settimane dall’ultimo appuntamento sullo sterrato marchigiano del Baja Adriatico, i concorrenti del 23° Trofeo Suzuki Challenge tornano a sfidarsi nel terzo round della stagione dal 26 al 28 maggio, in una gara dal sapore internazionale valevole sia per il Campionato Italiano Cross Country che per il FIA Country Bajas European Cup.
Questa volta le vetture della casa di Hamamatsu, tutti veicoli di Serie appartenenti alla classe T2, affronteranno nuove sfide lungo i percorsi del Rally Greece Off Road per un totale di 661,53 km, di cui 442,69 cronometrati, presso la località di Argos Orestiko sullo stesso percorso valido per la serie internazionale FIA. Rispetto alle gare classiche all’interno della serie nazionale, specie l’ultima in chiave rallistica, quello in terra ellenica sarà un percorso impostato “ad hoc” per gli specialisti del fuoristrada, fatto quindi di pochi riferimenti e tratti più lunghi, su cui si svolgeranno prove speciali di quasi 100 km all’interno di uno scenario completamente naturale al confine tra l’Albania e la Macedonia, con un fondo stradale piuttosto interessante per gli equipaggi. Il Rally Greece sarà l’altro appuntamento internazionale alla pari dell’Italian Baja, valevole invece per il Mondiale.
In base anche agli appuntamenti ravvicinati all’interno del calendario qualche big stavolta mancherà all’appello. Tra questi lo stesso Andrea Luchini, attuale leader della classifica del trofeo monomarca, che non sarà presente allo start in Grecia. Per i suoi diretti avversari Alfio Bordonaro, vincitore dell’ultima tappa a Urbino al volante della Suzuki Gran Vitara, e Mauro Cantarello, sempre su Gran Vitara, sarà una ghiotta occasione per ottenere un buon piazzamento e guadagnare terreno sul pilota lucchese che rientrerà il prossimo luglio all’Italian Baja. Senza alcun dubbio, l’attenzione per il Suzuki Challenge è rivolta alla classifica conclusiva del sabato.
Non mancherà un occhio di riguardo per Lorenzo Codecà, navigato da Mauro Toffoli, su Suzuki Jimny, sempre di Classe T2. Un ennesimo test interessante per il brianzolo pluricampione italiano, buono per valutare come si comporterà la vettura strettamente di serie su caratteristiche ancora diverse rispetto alle prime due uscite, entrambe concluse con risultati ben oltre le migliori aspettative.
A rappresentare, invece, le vetture TH troviamo ancora una volta i marchigiani Giovanni e Francesco Farina a bordo della Vitara V6, che hanno chiuso l’ultimo appuntamento all’Adriatico, in casa propria, al terzo posto nella classifica di categoria, rispettivamente alle spalle del duo Allegranzi-Castellani e Morra-Abbondi.
Il Rally Greece Off Road per il Suzuki Challenge si svilupperà sulle prime tre giornate di gara su quattro prove speciali, ovvero due ripetizioni su due diversi tratti cronometrati. Si partirà il giovedì 26 maggio alle ore 10.00 con la “Qualifying Stage” (5,95 km), la cui classifica determinerà la partenza per il doppio crono del venerdì, 108 km da ripetere, previsto dalle ore 9.00. Si proseguirà poi con le restanti due prove al sabato, ciascuna di 110 km, sempre a partire dalle ore 9.00. La cerimonia di premiazione del sabato è prevista dalle 20.30.
– Foto ufficio stampa Suzuki –
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com