SAN ANTONIO VA SOTTO 3-2, SHOW LILLARD CONTRO OKC

Denver fa valere di nuovo il fattore campo e San Antonio è ora con l’acqua alla gola. Gara 5 al Pepsi Center si risolve a favore dei Nuggets (108-90), ora avanti 3-2 e con la possibilità di chiudere i conti già in Texas giovedì sera. Jokic (16 punti, 11 rimbalzi e 8 assist) e Murray (23 punti) affondano il quintetto di coach Popovich, a cui non bastano i 17 punti a testa di DeRozan e Aldridge e dove Marco Belinelli non vive una delle sue serate migliori: 7 punti in 23′ con 3/7 dal campo (1/3 da tre), un rimbalzo, due assist e una stoppata. A Ovest, intanto, c’è la prima semifinalista: è Portland, che chiude sul 4-1 la serie con Oklahoma City nel segno di Damien Lillard. Per lui 50 punti (massimo in carriera ai play-off), compresa la tripla da oltre 11 metri alla sirena che vale il 118-115 finale. In tutto saranno 10 le triple di Lillard, un record nella storia dei Blazers, con i Thunder che salutano i play-off al primo turno per la terza stagione consecutiva nonostante la solita tripla doppia di Westbrook (29 punti, 11 rimbalzi e 14 assist) e 36 punti di George.

Ormai definito, invece, il quadro delle semifinali a Est: dopo Milwaukee e Boston, staccano il biglietto anche Philadelphia e Toronto, che si contenderanno l’altro posto in finale di Conference. I 76ers si aggiudicano gara 5 contro Brooklyn per 122-100 in una partita a senso unico, con Embiid (23 punti e 13 rimbalzi) e Simmons (13 punti) protagonisti assoluti. Ai Nets (21 punti di Hollis-Jefferson) resta la consolazione della prima apparizione ai play-off dal 2015. Avanti anche Toronto, che archivia sul 4-1 la serie con Orlando: 115-96 con 27 punti di Leonard e 24 di Siakam. Dopo il passo falso di gara 1, i Raptors non hanno più sbagliato un colpo tanto da aggiudicarsi tre delle successive quattro sfide con distacchi in doppia cifra.