RIFLETTORI PUNTATI SU 23° PREMIO FAIR PLAY-MENARINI

Ai nastri di partenza la 23esima edizione del Premio Internazionale Fair Play – Menarini che, per il settimo anno consecutivo, metterà radici a Castiglion Fiorentino (Arezzo), dove in questi giorni approderanno personaggi di fama mondiale, istituzioni e tanti grandi campioni del passato e del panorama sportivo contemporaneo. L’edizione 2019 della kermesse dedicata all’etica e al fair play si preannuncia infatti come una tre giorni ricca di incontri ed eventi collaterali ideati all’insegna della vera e propria pratica sportiva. In programma martedì 2 luglio, il taglio del nastro con una manifestazione dedicata alle giovani generazioni e alle associazioni sportive di Arezzo e della Valdichiana. Alle ore 17.30 i giardini pubblici di Castiglion Fiorentino diventeranno una palestra con tutti i crismi che ospiterà i giovani atleti del territorio e i loro staff tecnici, pronti a cimentarsi nelle proprie discipline di riferimento: dal variegato universo delle arti marziali al mondo della ginnastica, del fitness e della danza; dai classici sport di squadra come basket, calcio, rugby e pallavolo alla podistica, passando per il tennis, l’equitazione e il tiro con l’arco. “Con questo evento prende ufficialmente il via la tre giorni del Premio Fair Play-Menarini – spiega il presidente ed organizzatore Angelo Morelli. – Per noi, il significato di sport è ‘vita sana e mente sana’ ed è questo il messaggio che cerchiamo di trasmettere  attraverso questa iniziativa che coinvolge il tessuto sportivo della nostra vallata”. Alle ore 21 sarà invece la volta de “I campioni si raccontano” che, quest’anno, si svolgerà a Montevarchi nella cornice estiva di Piazza Varchi. Condotto dal giornalista Lorenzo Dallari, il talk show vedrà protagonisti alcuni dei premiati di questa 23esima edizione, pronti a raccontare le proprie storie e a rispondere alle domande del pubblico. Confermata a tal proposito la presenza della runner etiope Derartu Tulu, della campionessa rumena Gabriela Szabo e dell’ex cestista bulgaro Georgi Glushkov. Presente anche l’ex calciatore brasiliano Zico che, insieme a Paolo Rossi, ospite speciale della serata, daranno vita ad un amarcord incentrato sul Mondiale dell’82. “Sono orgogliosa dell’arrivo di tante leggende dello sport nel territorio aretino – ha dichiarato Silvia Chiassai, sindaco di Montevarchi e presidente della Provincia di Arezzo. – E’ un’opportunità da cogliere al volo che ci permetterà di conoscere grandi campioni non solo attraverso i loro successi sul campo, ma anche dal punto di vista umano e valoriale”. Non meno intenso il programma dei giorni successivi. La mattina di mercoledì 3 luglio sarà dedicata al seminario formativo “Il fair play elettorale all’interno delle associazioni sportive”, curato dal Comune di Castiglion Fiorentino (ore 10.30 Sistema Museale), mentre alle 19.30 il suggestivo Piazzale Michelangelo di Firenze diventerà teatro della Cena di Gala offerta dal Title Sponsor Menarini, alla quale prenderanno parte premiati, testimonial, autorità e stampa. Giovedì 4 luglio, dalle 10 il Valdichiana Outlet Village diventerà il Fair Play Sport Village ed aprirà le porte a tutti i protagonisti e gli ospiti del premio, mentre la sera alle ore 20.30 i riflettori si accenderanno sullo splendido scenario del loggiato di Giorgio Vasari in Piazza del Municipio a Castiglion Fiorentino per la cerimonia di premiazione che, condotta da Lorenzo Dallari e dell’ex campionessa di pallavolo Rachele Sangiuliano, sarà trasmessa in diretta su SportItalia, sul canale 60 e 153 del digitale terrestre e sulla piattaforma Sky canale 225. “Ci siamo impegnati a lungo per la realizzazione di questa nuova edizione del premio mettendoci a disposizione del comitato organizzatore – illustra il sindaco di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli.- Il fatto di essere diventati capitale europea per la promozione dei valori del fair play è un orgoglio ed una responsabilità, ed oggi siamo ancora più onorati di aprire le porte di Castiglion Fiorentino ai grandi nomi dello sport mondiale e a tutti coloro che vivono lo sport con correttezza e rispetto”.
(ITALPRESS).