QUADARELLA D’ORO NEGLI 800 AGLI EUROPEI DI GLASGOW

Gwangju (Corea del Sud) 23/07/2019 - Campionati Mondiali di Nuoto / foto Insidefoto/Image Sport nella foto: Simona Quadarella

La seconda giornata degli Europei di nuoto in vasca corta di Glasgow arricchisce il medagliere azzurro che sale a quota otto, grazie all’oro abbastanza previsto di Simona Quadarella negli 800 metri e per l’inaspettato bronzo di una rientrante Martina Caramignoli. “Il mio obiettivo era vincere, ma non ho fatto un grande tempo. Speravo di migliorarmi, ma non ho gareggiato al massimo perchè stiamo scaricando in vista degli assoluti” dice la campionessa romana al primo successo in vasca da 25 metri. “C’era un po’ di agitazione, perchè vincere è facile ma è difficile riconfermarsi e rimanere ad alti livelli. Sapevo di non averla preparata al meglio, ma la testa ce l’ho molto agli assoluti” conferma la Quadarella che si è imposta con il tempo di 8’10″30. A confermare la bella gara delle azzurre il terzo posto di Martina Caramignoli 8’12″36, che ha lottato a lungo con l’ungherese Ajna Kesely che, alla fine si è presa l’argento con 8’11″77.

“Desideravo tanto questa medaglia per un riscatto personale, perchè vengo da due anni in cui volevo smettere di nuotare ed essere qui oggi e condividere la medaglia con Simona è bellissimo” dice tra le lacrime un’emozionata Caramignoli. “Mi è scattato qualcosa in testa da sola, senza l’aiuto di nessuno e mi ripaga dei tanti sacrifici fatti”. Buon sesto posto per Elena Di Lillo nei 50 farfalla. Nona al termine delle semifinali è stata riammessa per la rinuncia della russa Arina Surkova. Per lei un buon 25″37 nella gara vinta dalla francese Melanie Henique (24″56) davanti alla connazionale Beryl Gastaldello (24″78) e alla danese Emilie Beckmann (25″15). In semifinale era stata eliminata Ilaria Bianchi. Grande attesa c’era anche per Federica Pellegrini impegnata in semifinale nei 100 stile libero. La divina ha chiuso la seconda semifinale in terza posizione con 52″58, quinto tempo totale.

“Sono molto felice di essere dentro questa finale perchè per me è difficile fare le gare veloci” ha detto la campionessa di Spinea. “Dopo Budapest abbiamo iniziato un percorso sulla velocità che dà i suoi frutti soprattutto nei passaggi. Ora mi giocherò le mie chances in finale”. Staccano il biglietto per la finale dei 100 dorso, invece, Simone Sabbioni, grazie al secondo posto nella prima semifinale (50″66) e Lorenzo Mora, quinto con 50″58 nell’altra. La seconda giornata al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow si è aperta con l’oro di Danas Rapsys nei 200 stile libero. Il lituano bissa quella vinta nei 400, in 1’41″12, davanti al britannico Duncan Scott (1’41″42) e al russo Mikhail Vekovishchev (1’41″52). Un po’ di delusione per il quinto posto di Stefano Ballo (1’42″33), davanti a Filippo Megli (1’42″77). Nei 200 rana, successo dell’olandese Arno Kamminga (2’02″36), quindi lo svedese Erik Persson (2’02″80)e il tedesco Marco Koch (2’02″87). É andata al britannico Max Litchfield la finale dei 400 misti. Oro in 4’01″36, davanti ai russi Ilia Borodin (4’03″65) e Daniil Pasynkov (4’04″98). Ottimo sesta posto per l’azzurro Lorenzo Tarocchi (4’06″87).

Secondo oro per l’Olanda con quello conquistata da Kira Toussaint nei 100 dorso. Per lei 55″71; quindi la russa Maria Kameneva (56″10) e la britannica Georgia Davies (56″73). Male le azzurre Margherita Panziera, sesta in 57″45 e Silvia Scalia, ottava in 58″29. Germania sul gradino più alto del podio nei 100 farfalla con Marius Kusch (49″06). Argento per il russo Mikhail Vekovishchev (49″53) e bronzo del polacco Marcin Cieslak (49″75). Solo sesto l’azzurro Matteo Rivolta (50″01) e ottavo Piero Codia (50″63). Bella fiammata azzurra nella semifinale dei 100 misti con la 17enne Costanza Cocconcelli che con 59″56 centra la finale e soprattutto migliora il record italiano che apparteneva dal 29 novembre 2008 a Francesca Segat con 59″56. Fuori dalla finale, invece, Ilaria Cusinato. Bronzo mercoledì nei 400 misti. La giornata si chiude con il record del mondo della Russia nella staffetta 4×50 mista mista con 1’36″22, migliorando l’1’36″40 ottenuto dagli Stati Uniti a Hangzhou il 13 dicembre 2018. Seconda l’Olanda (1’37″12) e terza la Danimarca (1’38″02).
(ITALPRESS).