Pancalli sta con Cio e Ipc “Priorità alla salute, rinvio ok”

“La nostra attenzione è tutta rivolta alla salute e alla salvaguardia delle vite umane. Di fronte a un dramma come quello che stiamo vivendo non si può fare altrimenti”. Il presidente del Comitato italiano paralimpico Luca Pancalli sposa così la linea del Cio, condivisa e sostenuta dall’Ipc, per una riflessione a 360 gradi sulle date dei Giochi di Tokyo2020 alla luce dell’emergenza sanitaria che sta affrontando il mondo intero per la diffusione del Covid-19. “Da uomo di sport sogno dei Giochi che possano rappresentare un momento di ripartenza – ha osservato Pancalli all’Italpress – la luce in fondo al tunnel che in questo momento, da essere umano, non riesco a vedere perché sono colpito quotidianamente da quello che accade: le morti, le persone negli ospedali, il dolore dei famigliari, l’impegno eroico dei medici e degli infermieri”. Il Cio ha comunque promesso una decisione sui Giochi entro quattro settimane ricevendo immediatamente il pieno sostegno dell’Ipc, pronto a collaborare per raggiungere la soluzione migliore: “Escluderei l’ipotesi della cancellazione, a mio avviso sbagliata – osserva il presidente del Cip – ma la rimodulazione dell’evento è un’idea corretta come anche il rinvio, anche se i tempi dipendono dal virus. Spero si concluda l’emergenza quanto prima e poi tutto il resto, con umiltà e rimboccandosi le maniche, lo affronteremo con la consapevolezza che i Giochi devono essere una festa.
(ITALPRESS).