PALTRINIERI E CASASCO “SERVE SANA ALIMENTAZIONE”

Come una macchina ha bisogno di benzina per correre, anche il corpo umano ha le sue necessita’. E l’alimentazione e’ il vero motore del corpo umano, sia degli olimpionici sia di tutti gli appassionati che praticano sport amatoriale. Sia per l’oggi che, soprattutto, per il domani visto che attivita’ sportiva ed alimentazione sono le due colonne con le quali cercare di diminuire entro il 2030 del 30% le patologie come ipertensione, infarti, Parkinson ed Alzheimer. Ecco perche’ uno spazio importante al Festival dello Sport l’ha avuta l’alimentazione, al centro di un incontro con il campionissimo Gregorio Paltrinieri, con Maurizio Casasco presidente della federazione medico sportiva italiana ed europea e con Antonio
Paoli, docente dell’universita’ di Padova. Davanti ad una platea di giovanissimi e giovani in questo incontro, promosso in collaborazione con Parmigiano Reggiano, si e’ esaminato il tema sotto tutti i punti di vista. E per tutte le eta’.
“Per chi fa uno sport fisicamente impegnativo come il nuoto – ha spiegato Paltrinieri – sa quanto sia importante alimentarsi nel modo corretto. Noi mangiamo piu’ volte al giorno e prestando una grande attenzione alle quantita’, alle porzioni ed a quello che mangiamo. Sicuramente io a pranzo non posso mangiare sughi pesanti, meglio leggeri o di verdure, diverso e’ a cena oppure nei weekend. Durante la settimana, poi, non mangio dolci ma nel
weekend il dolce lo prendo”. Buffon, ad esempio, ha ammesso che  la carbonara la mangia solamente un paio di volte all’anno. Mentre “Greg” puo’ concedersi qualche volta in piu’ questo “lusso”. Anche se sicuramente non puo’ mangiarla tutti i giorni, come ha confermato. “Studiare l’alimentazione migliore – ha aggiunto Casasco – vuol dire considerare un mix di cose. I carichi di lavoro, l’imminenza della gara e la facilita’ o meno di assorbimento di alcune sostanze. Anche per i giovani e’ molto importante coniugare i momenti in cui alimentarsi, cosi’ come il riposo, lo studio, i compiti e l’attivita’ fisica… la nostra societa’ deve occuparsi in modo attivo di queste tematiche”.
Il Parmigiano Reggiano, si e’ detto, rappresenta l’alimento perfetto per chi fa sport, grazie al suo contenuto. “Anche solo cento grammi di Parmigiano Reggiano – ha spiegato Paoli – ha tutto il contenuto proteico necessario durante l’attivita’ fisica. Soprattutto se ci si sottopone ad allenamenti intensi”.

(ITALPRESS).