NEW ORLEANS VINCE ANCORA, 7 PUNTI PER MELLI

Quinta presenza stagionale da titolare per Nicolò Melli e secondo successo di fila per New Orleans che piega all’overtime Utah per 138-132. Dopo l’ottima prova contro Detroit, il quasi 29enne lungo emiliano si vede concedere altri 26 minuti sul parquet e ripaga la fiducia con 7 punti (3/6 dal campo con 1/1 da tre) e 4 rimbalzi. L’eroe della serata è però Brandon Ingram, che sfoggia la sua miglior prestazione in carriera (49 punti), supportato anche da un Favors da 21 punti, 11 rimbalzi e tre stoppate. Nei Jazz, che erano reduci da dieci vittorie su 10, 46 punti per Mitchell – che però sbaglia diversi tiri nei minuti finali del supplementare – e 26 per Bogdanovic. Utah è ora quarta a Ovest, staccata dai Clippers che superano Orlando 122-95: out Paul George, è Kawhi Leonard a prendere per mano i compagni con 32 punti, 5 rimbalzi e 5 assist. Il secondo posto alle spalle dei Lakers resta invece in mano a Denver, che solo al supplementare riesce a vincere la resistenza di Golden State (134-131): 31 punti per Barton, 27 dalla panchina per Beasley, Jokic chiude a due assist dalla tripla doppia (23+12+8). Nella Eastern Conference, l’atteso scontro al vertice se lo aggiudica Milwaukee: 128-123 su Boston con 32 punti, 17 rimbalzi e 7 assist di Giannis Antetokounmpo e 23 punti di Khris Middleton. Quinta vittoria consecutiva per i Bucks che con 37-6 continuano ad avere il miglior record della Lega. Ai Celtics, privi di Jaylen Brown, non bastano i 40 punti di Kemba Walker. A completare il quadro delle gare giocate nella notte il successo di Phoenix su New York per 121-98: brilla la stella di Deandre Ayton, prima scelta assoluta del draft 2018, con 26 punti e 21 rimbalzi.
(ITALPRESS).