Insulti razzisti a Koulibaly, Procura Figc apre indagine

ROMA (ITALPRESS) – In relazione alle espressioni di matrice razzista rivolte da tifosi della Fiorentina al calciatore del Napoli Kalidou Koulibaly, la Procura Federale, acquisiti i referti dei propri ispettori e ascoltato il calciatore, ha aperto un’indagine. Lo rende noto la Figc. Nelle prossime ore saranno compiuti ulteriori atti istruttori acquisendo gli atti pertinenti dalla Questura di Firenze. “Scimmia di merda. Putain de singe. Fucking monkey. Mi hanno chiamato così. Questi soggetti non c’entrano con lo sport. Vanno identificati e tenuti fuori dagli stadi: per sempre”. Lo scrive su Twitter il difensore senegalese del Napoli Kalidou Koulibaly, svelando così sugli insulti a sfondo razziale ricevuti ieri al ‘Franchi’ di Firenze, per i quali i dirigenti gigliati si sono prontamente scusati a fine partita. “Peccato per il 2-1 di ieri. In bocca al lupo al Napoli che quest’anno è veramente impressionante: si vede la sapiente mano del mister Spalletti. Koulibaly è un grande campione, chi lo ha insultato ieri è un piccolo meschino: Firenze condanna il razzismo da sempre. E per sempre”, ha scritto su Facebook il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, tifoso viola, condannando gli insulti razzisti rivolti a Koulibaly. “Accadimenti di questo tipo non fanno onore a nessuno ma bisogna valutare bene le cose, a volte si esagera in un senso o nell’altro. Oggi assistere a queste situazioni sembra un paradosso: la società di oggi non ammette più differenze e questi idioti fanno ridere, sono puerili”, le parole sulla vicenda dell’ex ct della Nazionale Roberto Donadoni ai microfoni di ‘Radio Anch’io Sport’ su Rai RadioUno.
(ITALPRESS).

Vuoi pubblicare i contenuti di Italpress.com sul tuo sito web o vuoi promuovere la tua attività sul nostro sito e su quelli delle testate nostre partner? Contattaci all'indirizzo info@italpress.com