Ghirelli “Decreti? Salute impone rispetto e silenzio”

“Oggi e per qualche giorno, ancora, siamo concentrati sulla salute e sui decreti del governo. La salute ci impone rispetto e silenzio”. Lo ha dichiarato all’Italpress il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli. “Il ministro Spadafora sa che la Serie C, l’originale impianto sociale che fa bene al Paese sta per collassare e che abbiamo già bisogno di ammortizzatori sociali, cassa integrazione in deroga, e liquidità” le parole di Ghirelli. “Chi parla oggi, dentro alla Serie C, di riforma del format fa una utile ginnastica (anche se sarebbe più efficace tenersi in forma fisica data l’inattività) preparatoria della discussione che deciderò io quando portarla in dibattito. Lo farò solo quando non piangeremo più centinaia di morti al giorno e quando la barca della Serie C sarà rimessa in linea di galleggiamento. Sapete perché? Primo perchè la gente che soffre, visto che parliamo di cose, magari anche litigando, che non hanno sintonia con il dolore che attraversa il Paese, ci dà un calcio nel sedere. Io dico che avrebbero ragione a darcelo. Secondo perchè se non riuscissimo a rimettere in galleggiamento la barca dei club della Serie C il problema sarebbe risolto o no? Per estinzione passeremo da 60 a… ?” si domanda il presidente della Lega Pro.
“E quindi dico a quelli che vorrebbero ridurre il numero: perché vi agitate? Per distrarmi dal lavoro su cui sono concentrato? Non ci riuscirete perché non vi ascolto. Noi stiamo lavorando bene e continueremo a farlo per il bene dei club di serie C e perché una serie C sociale servirà ancor più all’Italia quando il avremo sconfitto il ‘maledetto’ virus”.
(ITALPRESS).