FESTA AZZURRA A BANSKO, VINCE ELENA CURTONI

Un’Italia da sogno. A Bansko l’Italia festeggia una tripletta tanto bella quanto inattesa. Si conferma lo splendido momento di forma dello sci alpino femminile con un tris da urlo firmato Curtoni-Bassino-Brignone. È Elena Curtoni ad aggiudicarsi la vittoria della seconda discesa del weekend a Bansko, in Bulgaria. Primo successo in carriera e quinta presenza sul podio per l’azzurra classe 1991 che domina la scena in 1’29″31. Scesa in pista con il pettorale numero 28, Curtoni ha stupito tutti con una prova maiuscola battendo le compagne di squadra, tutte racchiuse nel giro di soli 14 centesimi. Sfiora il secondo successo in carriera Marta Bassino che comanda la gara fin dalle prime battute grazie a una straordinaria accelerazione nella seconda parte del tracciato. Dopo aver inflitto quasi due secondi di gap all’allora leader Rebensburg, Marta fa la differenza e nemmeno sua maestà Mikaela Shiffrin, vittoriosa nella gara di venerdì, è riuscita a contrastare la straordinaria performance di Bassino.
Rapida nelle curve in alto, la statunitense ha sofferto nel tratto finale perdendo gran parte del vantaggio e piazzandosi a soli 25 centesimi dall’azzurra. Poi arriva il doppio colpo azzurro e a pensarci è la solita Brignone. In un emozionante testa a testa sui vari rilevamenti cronometrici, Federica lotta sul filo dei centesimi e chiude con un beffardo +0″04 che lascia tanto rammarico ma al contempo tanta felicità di poter condividere il podio con la propria compagna. Una felicità che si triplica alla discesa numero 28 quando Curtoni lascia tutti a bocca aperta: rapida fin dalle prime curve, Elena lotta e vola leggiadra sulla neve bulgara fino al traguardo per prendersi la sua prima vittoria in carriera. Un successo da condividere con Marta e Federica e che esalta ancor di più la straordinaria stagione azzurra: quarta tripletta di sempre nella storia dello sci femminile, un risultato che mancava dal 14 gennaio del 2018 quando nella discesa di Bad Kleinkirchheim Goggia vinse davanti a Brignone e Fanchini.
Ottima anche la prestazione di Laura Pirovano che si piazza quattordicesima (+1″92) mentre Francesca Marsaglia chiude in diciottesima posizione con oltre due secondi di ritardo. Nelle retrovie Nicol Delago (40^) e Verena Gasslitter (42^) mentre Nadia Delago esce fuori dal tracciato e non chiude la propria gara, assente Sofia Goggia dopo la brutta caduta nella discesa del venerdì. Grazie a questi straordinari risultati Brignone distanzia Vlhova nella lotta al secondo posto nella classifica di Coppa del Mondo, portandosi a quota 855 con 65 punti di vantaggio dalla slovacca. Bassino, invece, scavalca Wendy Holdener a quota 540, mentre dalle retrovie risale una strepitosa Curtoni, ora tredicesima a quota 261. Comanda la solita Shiffrin con ben 1125 punti.
(ITALPRESS).