FESTA 120 ANNI FIB A GENOVA, DE SANCTIS “SPORT DI TUTTI”

Grande festa al Porto Antico di Genova per la festa dei 120 anni della Federazione Italiana Bocce. Studenti delle scuole superiori, medie ed elementari, atleti e appassionati hanno giocato fra musica e balli sotto il sole del capoluogo ligure. Raggiante Marco Giunio De Sanctis, presidente della FIB, che ha partecipato con grande entusiasmo alla tappa di Genova lanciando un bel messaggio per tutti i ragazzi e le ragazze presenti:“Le bocce sono lo sport di tutti e per tutti – ha dichiarato – Abbiamo tra diverse discipline: volo, petanque e raffa, e numerosi campioni che sono d’esempio per tanti altri giovani che verranno. Abbiamo lanciato anche la boccia paralimpica che sta diventando sempre più importante e sulla quale continueremo ad investire. Per il futuro abbiamo progetti importanti”. Presenti anche Stefano Anzalone, delegato allo sport del Comune di Genova, Monsignor Nicolò Anselmi, vescovo ausiliario di Genova, e Gaetano Cuozzo, presidente del Comitato Paralimpico della Liguria. Poi, dopo i saluti delle autorità, spazio alle prove pratiche per gli studenti che si sono divertiti nelle varie specialità delle bocce seguiti da Istruttori Federali. Si è giocato a petanque con il campione Diego Rizzi e al volo con la campionessa Giorgia Rebora, presenti anche molti altri atleti liguri di spicco. Esibizioni anche della boccia paralimpica.  “E’ una bella soddisfazione vedere tanti giovani provare la nostra disciplina – ha commentato Ginetto Pastorelli, presidente della FIB Liguria – Ringrazio Dario Della Gatta che ha curato in maniera eccellente tutta l’organizzazione assieme a Dino Tagliafico e a tutto lo staff del Comitato Provinciale di Genova. Fondamentale è stato il supporto che abbiamo avuto da Roma”. Fra esibizioni sul palco di hip hop che hanno coinvolto le scolaresche si è conclusa la manifestazione e con l’aiuto di un writer di professione, molti ragazzi hanno potuto firmare con il proprio colore preferito il pannello allestito per l’occasione che sarà donato alla Parrocchia Don Bosco di Genova assieme al contributo per la promozione della pratica sportiva. Un modo per lasciare un’impronta e dare un significato a questa fantastica giornata di sport.
(ITALPRESS).