EURO U.19, CONTRO GERMANIA SERVE IMPRESA

Ancora novanta minuti per decidere il destino della Nazionale under 19 femminile. Domani, infatti, le Azzurrine scenderanno in campo contro la Germania (Yverdon-les-Bain, ore 18.15) e in contemporanea si giocherà l’altro match del girone B Olanda-Danimarca. Calcoli alla mano l’Italia, oltre a sperare nella vittoria delle olandesi, che fermerebbe le danesi a 3 punti, deve vincere – con un risultato importante (2 gol di scarto) – contro le tedesche. Proprio in virtù della concomitanza di tali risultati, si realizzerebbe una situazione con tre squadre a pari punti (Olanda 9, Italia Germania e Danimarca 3) e la differenza reti sarebbe il fattore determinante per l’accesso alle semifinali. Una bella vittoria contro la Germania, dunque, potrebbe tenere ancora aperte le porte di una qualificazione che avrebbe del miracoloso, ma che finalmente rispecchierebbe quello che l’Italia ha fatto vedere in campo, sia per l’interpretazione e l’atteggiamento messo in campo che per le occasioni create nei match contro Olanda e Danimarca. In fase realizzativa le azzurrine sono risultate deficitarie ed è su questo punto che il tecnico Enrico Sbardella cerca un cambio di rotta: “Ripartiamo dalle prestazioni, entrambe di buon livello. Purtroppo, abbiamo pagato a caro prezzo alcune disattenzioni su calci piazzati, subendo tre gol dei quattro realizzati dai nostri avversari. È vero – prosegue l’allenatore – che non siamo padroni del nostro destino e che dovremmo vincere bene contro una delle favorite alla vittoria finale (la Germania è già 6 volte campione d’Europa Under 19 femminile), ma tutto è possibile. Ci restano 90 minuti dove non avremo con unico obiettivo quello di onorare la maglia, ma anche di dimostrare chi siamo veramente”.
(ITALPRESS).