CUTRONE “HO DETTO SUBITO SÌ ALLA FIORENTINA”

Dal Milan alla breve parentesi in Premier per poi fare ritorno in Italia. Patrick Cutrone ha immediatamente timbrato il cartellino al suo rientro nel nostro calcio segnando ieri la rete dell’1-0 contro l’Atalanta in Coppa Italia e oggi si gode il giorno della presentazione alla stampa come nuovo giocatore della Fiorentina. Ha accettato subito la chiamata del club toscano per vivere “una nuova sfida, voglio dimostrare di poter fare bene. Il Wolverhampton non ha avuto fiducia in me e appena ho sentito parlare di Fiorentina ho detto subito di sì, ero contentissimo di questa scelta, sono in una grande società e in una grande squadra”. Appena ha messo piede in campo ha subito fatto felice mister Iachini e il presidente Commisso. “Le migliori risposte si danno sul campo – ha aggiunto l’attaccante -. Devo comunque ringraziare il Milan e il Wolverhampton perché mi hanno dato fiducia. Ogni mese e ogni giorno è buono per crescere sia come uomo che come calciatore. Sono un ragazzo che pensa ad allenarsi bene ogni giorno, ho i miei obiettivi di squadra, ma anche quelli personali. Voglio migliorarmi in tutto, anche in quello in cui sono più bravo perché so che ci sono margini di crescita ed è per quello che darò il massimo”.
La sua avventura fiorentina è partita sotto il segno del gol, il motivo per cui il clib lo ha riportato in Italia. “Nulla è facile nel calcio come nella vita – ha sottolineato Cutrone -. Io ho sempre pensato ad allenarmi al cento per cento, a farmi trovare pronto. Ieri è stata un’emozione bellissima segnare alla prima da titolare, ora spero di continuare così”. E nello spogliatoio lo chiamano già bomber. “E’ un onore ricevere questo appellativo dai compagni e dal direttore Pradè. Cercherò di farmi chiamare così più spesso”. Il tempo di festeggiare per il suo primo gol in maglia viola e godersi la qualificazione ai quarti di Coppa Italia ai danni dell’Atalanta è già finito. Sabato è in programma la sfida al San Paolo contro il Napoli di Rino Gattuso. “Dovremo dare il massimo come in ogni partita, cercando di portare i tre punti a casa – la ricetta dell’ex attaccante del Milan -. Sappiamo che è una partita difficile, in uno stadio difficile, ma siamo una bella squadra e lavorando come collettivo possiamo farcela. Ritrovo Gattuso e come ho detto tante volte ringrazio il mister per la fiducia che ha avuto in me al Milan. Lui ha fatto delle scelte, lo ringrazio perché come tutti gli allenatori che ho avuto mi ha fatto crescere sia come giocatore che come uomo”.
Per poche settimane Cutrone non ha incrociato a Firenze l’allenatore che al Milan lo ha lanciato, Vincenzo Montella. “Come ho detto per Gattuso, ringrazio anche Montella che mi ha fatto esordire e mi ha fatto giocare – dice il neo numero 63 viola -. Sono contento di avere mister Iachini perché oltre a essere un buon allenatore lavora tanto con la squadra e con i giovani, ci tiene tanto”. A partire da Napoli potrebbe far coppia con Federico Chiesa. “Le sue doti le conoscono tutte e lo conosco bene anche io perchè già nell’Under 21 abbiamo giocato insieme. E’ un grande giocatore, ma qui ce ne sono altri di bravi come Vlahovic e Boateng. Ribery è un campione, ha vinto tantissimo nella sua carriera ed è un giocatore straordinario. L’ho conosciuto dopo la partita di ieri e mi ha fatto molto piacere. Non vedo l’ora che rientri in campo per giocare insieme a lui e a tutti gli altri compagni”.
(ITALPRESS).