Coronavirus, a Milano il 60% delle imprese aperte ad agosto

CONFCOMMERCIO IMPRESE PER L'ITALIA

MILANO (ITALPRESS) – Nonostante il momento di grande difficoltà per il calo dei consumi conseguente all’emergenza Covid, a Milano il 60% delle imprese resta aperto ad agosto per almeno tre settimane. E nel periodo centrale del mese, caratterizzato dal numero maggiore di chiusure, è aperto mediamente più del 20% delle imprese. La periferia, inoltre, appare più vivace del centro città. Lo rileva l’indagine condotta da Confcommercio Milano (dati elaborati dall’Ufficio studi) con le risposte giunte, attraverso un campione selezionato, da 550 imprese cittadine.
Nella prima settimana d’agosto, ora in corso, il 78% delle attività è aperto: in particolare il dettaglio non alimentare (91%) e i pubblici esercizi (83%). Apertura per il 60% dei negozi alimentari e per il 79% dei servizi (alla persona e alle imprese). Più in sofferenza le attività turistiche e della ricettività con una dichiarazione d’apertura, in questa settimana, che si ferma al 50%.
Le aperture scendono a partire dalla prossima settimana: 37% di attività aperte dall’8 al 14 agosto; 22% dall’8 al 21 agosto; 27% dal 15 al 21 agosto; 19% dall’8 al 28 agosto. E risalgono dal 22 di agosto: 59% di esercizi commerciali e attività aperte dal 22 al 28 agosto; 73% dal 29 agosto al 4 settembre. La media di apertura delle attività milanesi è di 2,9 settimane.
(ITALPRESS).