ATM APRE LE PORTE PER FUTURO MOBILITÀ SOSTENIBILE

Il deposito per la manutenzione dei mezzi di san Donato si trasforma per questo fine settimana in uno spazio dove scoprire il futuro della mobilità secondo Atm. Alla presenza del presidente Luca Bianchi, del direttore generale Arrigo Giana e dell’assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Marco Granelli, è stata inaugurata questa mattina la sesta edizione di Porte Aperte, l’evento che accompagna i cittadini alla scoperta delle novità e dei progetti di Atm. La parola d’ordine è sostenibilità, come spiega il presidente Bianchi, “declinata nelle sue varie forme: economica, istituzionale, sociale, ma soprattutto ambientale”. L’azienda che gestisce il trasporto milanese ha infatti lanciato un ambizioso piano da 1,5 miliardi per far diventare elettrici o ibridi circa 1.200 mezzi della propria flotta entro il 2030. “Noi stiamo investendo questa cifra sulla mobilità elettrica, su cui puntiamo moltissimo. Oltre alla rivoluzione sui mezzi, lo dimostra anche l’intenzione di costruire tre nuovi depositi interamente sostenibili – ha spiegato il dg Giana -. Il futuro per noi è questo”.

Se il primo pilastro del piano industriale di Atm è la sostenibilità, il secondo è sicuramente la tecnologia che “dovrà rendere sempre più facile e accessibile utilizzare i mezzi pubblici” spiega ancora Giana. Tra visite guidate alle control room, l’esposizione dei mezzi storici e un’area dedicata ai più piccoli, Atm ha anche attrezzato degli stand dove imparare a migliorare il proprio stile di vita e renderlo più sostenibile. Qui, grazie a dei simulatori, si viene trasportati sui Navigli per una vogata in canoa o nel Parco Sempione per un giro in bicicletta. Il tutto è collegato a un contatore che, alla fine della due giorni, misurerà quanta energia è stata prodotta. “Atm è uno dei motivi d’orgoglio di Milano – sottolinea l’assessore Granelli – che deve essere in prima linea nella lotta per una maggior sostenibilità ambientale. Qui poi c’è ùna visione comune tra Comune e società, che lavorano insieme per migliorare gli spostamenti e la vita dei cittadini”. Il piano full electric di Atm, una volta implementato, permetterà un risparmio di circa 75mila tonnellate di CO2 ogni anno e, per rendere questa cifra più comprensibile, all’interno del parcheggio del deposito, è stato costruito un enorme cubo che rappresenta la dimensione di una sola tonnellata di anidride carbonica.
(ITALPRESS).