Approvata la nuova legge di contabilità regionale

DANIELE SCUDIERI

ROMA (ITALPRESS) – Il consiglio regionale di Lazio, presieduto da Mauro Buschini, ha approvato con 39 voti favorevoli e un astenuto la nuova legge di contabilità regionale. La proposta è stata illustrata dall’assessore al Bilancio Alessandra Sartore.
Si tratta di un testo unico che contiene le norme, a carattere ordinamentale e organizzatorio, per la gestione del bilancio regionale nel rispetto dell’articolo 81 della Costituzione, dello Statuto regionale, della legge di contabilità e finanza pubblica (numero 196/2009) e del decreto legislativo in materia di armonizzazione dei sistemi contabili delle Regioni (D.lgn. 118/2011). La legge consente di avere quindi un quadro normativo generale entro cui si trovano i principi contabili, gli strumenti e il quadro strategico della programmazione regionale, le manovre finanziarie, le variazioni di bilancio, i sistemi contabili, la gestione delle entrate e delle spese.
“Sono molto soddisfatta dell’approvazione di questa legge con cui si chiude un cerchio, si fa ordine e si crea davvero un testo unico di riferimento per la gestione dei conti della Regione. Ringrazio il Presidente della Commissione Bilancio e le forze di maggioranza e opposizione per l’apporto migliorativo dato alla discussione – spiega l’assessore al Bilancio, Alessandra Sartore – E’ il punto di arrivo di un percorso di risanamento complessivo del bilancio regionale avviato ormai nel 2012 e, nello stesso tempo, è l’inevitabile punto di partenza per garantire una governance unitaria nel sistema di programmazione e di gestione del bilancio regionale, indispensabile per il mantenimento di un bilancio in ordine. Da oggi anche il Lazio ha una legge di contabilità regionale che si rifà ai principi del decreto legislativo 118 del 2011 sull’armonizzazione dei sistemi contabili delle Regioni, frutto della modifica dell’articolo 117 della Costituzione che ha ricondotto alla competenza esclusiva dello Stato l’armonizzazione dei bilanci pubblici. La legge risponde anche alle osservazioni avanzate in questi anni dalla Corte dei Conti – Sezione regionale di controllo per il Lazio”.
(ITALPRESS).