OROSCOPO
martedì 26 marzo 2019

JUVE-NAPOLI, SFIDA TRA ALLENATORI VINCENTI

28 settembre 2018

Arriva la prima sfida scudetto del campionato. Siamo solo alla settimana ma lo Juventus-Napoli di domani promette spettacolo ed è sicuramente una sfida affascinante e avvincente. Prima contro seconda, Allegri contro Ancelotti, tanti campioni in campo e una rivalità che negli ultimi anni è aumentata sempre di più. "Abbiamo avuto poco tempo per preparare la gara, ma lo stesso vale per il Napoli. Sarà una bella partita, che sul piano della classifica conta più per loro che per noi". Così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, alla vigilia della sfida di domani contro gli azzurri di Ancelotti. "Una squadra che non ha cambiato molto a livello di giocatori, ma si sta già vedendo che il Napoli ha preso le sembianze caratteriali del nuovo allenatore, sarà una bella partita, dovremo farci trovare pronti, servirà grande entusiasmo, i tifosi dovranno essere molto presenti anche perchè c'è da riscattare la sconfitta dell'anno scorso. Noi siamo in un buon momento", ha spiegato Allegri che, almeno per adesso, considera gli azzurri la rivale numero 1. "Il Napoli in questo momento è a -3, ha giocato partite importanti, noi dobbiamo pensare a vincere. L'Inter si sta riprendendo, il Milan e la Roma sono ancora indietro, ma vincere non è facile, è sempre difficile perchè vince soltanto una squadra, quest'anno per noi è un'altra sfida, poi c'è anche l'ennesima sfida in Champions dove servirà anche un pizzico di fortuna. Bisogna tenere i piedi per terra e fare un passo alla volta, il Napoli al momento a -3, è una partita importante, ma per la classifica lo è soprattutto per loro". Con Ancelotti molte cose in comune. "Siamo simili nel modo di affrontare le cose, veniamo dalla stessa scuola. Lui ha vinto moltissimo, poi ognuno ha le sue caratteristiche. Ma chi vince ha le qualità per farlo. Lui ha vinto tutto, stamattina guardavo il palmares e a un certo punto ho smesso perchè ha vinto talmente tanto...", dice Allegri che parla di un allenatore "che trasmette serenità, per il modo in cui si approccia, in cui parla, rende le cose molte semplici, lo ha dimostrato nei tanti anni di carriera che ha fatto. Chi vince qualcosa ha, quel che conta è entrare nella testa dei giocatori, poi basta metterli al loro posto, metterli insieme e fargli dare il massimo a livello emotivo, certo poi contano anche gli schemi, ma per vincere ci vogliono i grandi giocatori, altrimenti non riesci a farlo. Tra arrivare secondo e arrivare primo c'è una bella differenza, una cosa è arrivare tra le prime 4, un'altra vincere. Carlo è un maestro in questo, anzi un professore".
Da Allegri ad Ancelotti. "La squadra sta bene, è motivata, arriviamo in buone condizioni a questa sfida, le scelte toccano a me, è un problema mio, ma non do la formazione, anche perchè meriterebbero di giocarla in più di 11 questa partita". Così il tecnico del Napoli alla vigilia del match di domani in casa della Juventus. "Un test molto importante per valutare soprattutto il nostro momento attuale che ritengo buono, con la Juve ne avremo ulteriore conferma oppure sarà un passo indietro, ma sono fiducioso, arriviamo a questa partita dopo un calendario molto complicato, ma in condizioni ottimali, speravo di arrivarci così, fisicamente stiamo bene, nelle ultime due partite abbiamo giocato ottime gare sia dal punto di vista difensivo che offensivo, speriamo di ripeterci contro una grande squadra", ha aggiunto Ancelotti, un ex della partita. "La Juventus fa parte del passato, ma non considero quell'esperienza come un neo della mia carriera. Con i giocatori e la società mi sono trovato benissimo, la Juve mi ha aiutato a crescere e a conoscere che tipo di organizzazione deve avere una grande società, per me giocare contro la Juve è giocare una partita di grande livello, quindi c'è una grande eccitazione, ma anche grande serenità per una partita che spero sia spettacolare". Sul collega che siede sulla panchina dei campioni d'Italia dice: "Considero Allegri un grande allenatore che ha tanta esperienza e praticità - dice Ancelotti -, è uno molto, molto pratico, riesce a tirare fuori il meglio da quello che gli mettono a disposizione. Non so se abbiamo qualcosa di simile, forse la praticità e il fare un calcio legato alle caratteristiche dei giocatori che hai. Cristiano Ronaldo contro Insigne? No, non sono scontri individuali, è Juventus-Napoli, una partita tra due squadre che giocheranno per vincere. Per quanto riguarda Cristiano nutro grande riconoscenza nei suoi confronti perchè al di là dei gol che ha fatto e che ci hanno dato la possibilità di vincere la Champions, ho apprezzato le qualità umane che ha dimostrato di avere - sottolinea Ancelotti -. Sono felicissimo che sia in Italia, per il calcio italiano è sicuramente un valore aggiunto. Il pallone d'oro secondo me dovrebbe vincerlo sempre lui, ma quest'anno è stato premiato un altro giocatore, Modric, al quale sono altrettanto affezionato e che ha fatto una carriera straordinaria, quindi va bene così".
Tornando sullla sfida di domani, Ancelotti dice: "E' una partita particolare, non è come le altre, l'allenamento di oggi è stato fatto con molta serietà e concentrazione ed è quello che normalmente succede alla vigilia di grande partite. Non ho mai firmato per un pareggio in vita mia, anche perchè poi si prendono scoppole assurde - ha spiegato il tecnico azzurro -. Non dobbiamo pensare al risultato, ma a fare una bella partita come abbiamo fatto nelle ultime due gare, ovviamente con la Juve aumenta il grado di difficoltà, ma non dobbiamo discostarci dalle ultime prestazione perchè quello è il Napoli che voglio". Nessuna voglia di concedere dritte sulla formazione, anche nell'ultima domanda vengono chieste anticipazioni e il tecnico ci scherza su, lanciando una piccola frecciata al suo predecessore, Maurizio Sarri, che amava schierare quasi sempre la stessa formazione a differenza di Ancelotti. "Non vi dico nulla, anche perchè avete avuto tre anni di...vi dovete rimettere in moto".
(ITALPRESS).


Share |



LEADER ITALIANA DELL’INFORMAZIONE SPORTIVA
Ogni giorno Italpress fornisce un notiziario aggiornato in tempo reale con circa 300 news, servizi e approfondimenti su tutte le discipline, comprese quelli “minori” che le agenzie tradizionali non trattano. La qualità editoriale è altissima, i plus esclusivi: la cronaca, il commento e i tabellini completi di tutte le partite diurne e notturne entro 15 minuti dal fischio finale.

TUTTI GLI SPORT
Calcio, Formula 1, moto, ciclismo, basket, tennis, volley, rugby, nuoto e pallanuoto, pallamano. Ma anche atletica, boxe, baseball, canottaggio, golf, ginnastica, judo, karate, lotta, scherma, equitazione, sci, pattinaggio su ghiaccio, tiro con l’arco, vela.

OGNI GIORNO
Un notiziario quotidiano sul Campionato e le squadre di calcio di serie A, le principali notizie sulla serie B, eventi e curiosità fino alla D, tabellini di calcio della serie A, B, Prima e Seconda Divisione e serie D, risultati, classifiche, formazioni, prossimi turni e calendari di tutte le manifestazioni sportive.

EVENTI
Una rete di inviati segue regolarmente tutte le trasferte della Nazionale in Italia e all’estero, i Campionati di serie A e B, Olimpiadi, Mondiali, Europei, Giro d’Italia e Tour de France, Coppa Davis. I servizi speciali sono forniti senza costi aggiuntivi per gli abbonati.

GRANDI FIRME
Le principali attività sportive e i grandi eventi vengono sottolineati quotidianamente dalla penna di noti opinionisti del giornalismo e del mondo sportivo italiano.

GOSSIP
Il “dietro le quinte” di tutti gli sport: curiosità dagli spogliatoi e dalle panchine, esoneri e infortuni, indiscrezioni dai centri di potere, incontri e trattative, love story dei campioni.

I PLUS ITALPRESS POLITICA & SPORT
Tutte le connessioni tra il Potere e lo sport. Direttamente dai “palazzi” delle federazioni, notizie fresche e indiscrezioni sulle decisioni, le leggi e le direttive che governano lo sport agonistico e federale. Interviste, opinioni e interventi dei personaggi che contano.

BUSINESS & SPORT
Tutto ciò che collega lo sport all’economia italiana e mondiale. Quotazioni in Borsa delle squadre sportive, sponsorizzazioni, calciomercato. Dati, cifre, movimenti, contratti.