OROSCOPO
giovedì 22 agosto 2019

DE ROSSI AL PASSO D'ADDIO, APPELLO RANIERI "SIA FESTA"

24 maggio 2019

Che sia una festa, con tanto amore, per salutare il capitano. Domenica all'Olimpico contro il Parma Daniele De Rossi vestirà per l'ultima volta la maglia della Roma. Lo farà entrando in campo dal primo minuto, fascia al braccio, "perchè merita questa standing ovation", annuncia Claudio Ranieri, che chiede al pubblico giallorosso di mettere da parte la rabbia di queste ultime settimane nei confronti della società per rendere il giusto tributo al suo beniamino. "Mi auguro che ci sia l'atmosfera che Daniele merita, vedere lo stadio ricolmo d'amore per lui. Deve essere una festa per Daniele, per tutto quello che ha dato alla Roma e per il modo in cui l'ha dato. Mi aspetto una cosa positiva per lui al 100%. E Daniele deve fare una grande partita: se ci tengo io a finire bene, immagino lui". La decisione della Roma di non rinnovare il contratto di De Rossi, "come per lui anche per me è stato un fulmine a ciel sereno. Non l'avevo mai pensato, non ne avevamo mai parlato", confessa poi il tecnico di Testaccio, pronto a pagare qualsiasi multa in caso di fascia personalizzata. Di sicuro, con De Rossi, se ne va un calciatore "che riesce a trasmettere col suo gioco la passione per la maglia, che sia quella dell'Italia o della Roma. Si vede che esprime tutta la sua voglia di fare bene - sottolinea ancora Ranieri - Questo non vuol dire che gioca sempre bene ma cerca di dare sempre il 100% ed è positivo all'interno dello spogliatoio, un punto di riferimento, un giocatore di qualità ma con un grosso carattere e questo fa sì che nei momenti difficili i compagni si appoggino su di lui". Ma quella col Parma sarà anche l'ultima partita di Ranieri alla guida della Roma. Arrivato dopo l'esonero di Di Francesco, il tecnico non è riuscito a centrare l'obiettivo Champions ma lascia senza rimpianti. "Ho cominciato a sentire mia questa squadra giorno dopo giorno, era una squadra già plasmata e abituata a un certo tipo di gioco, ho capito che dovevo incidere sullo stato morale, sull'autostima. Abbiamo lavorato bene anche sull'aspetto difensivo, cercando di prendere meno gol, e strada facendo i ragazzi mi hanno capito sempre di più. Ma non c'è rammarico: sono uno pratico, sapevo quando ho firmato che sarebbe finita la mia storia ma l'ho fatto con voglia e passione e posso solo augurare il meglio a chi verrà dopo di me". Che erediterà "un gruppo valido, ben miscelato, con anziani giusti e giovani giusti. Forse da qualche giovane ci si aspettava di più ma il nucleo è sano. Si ripartirà da una classifica deficitaria ma non si ripartirà da zero. La squadra si è ripresa, ha fatto vedere di essere compatta, di lottare per un obiettivo". Se c'è però qualcosa che tornando indietro cambierebbe, è il fatto che "sono uscite troppe voci, su di me, su Dzeko, su Zaniolo. Sulle altre squadre è uscito qualcosa ma all'ultimo, da noi è successo quando si doveva spingere tutti verso un'unica direzione, verso il raggiungimento di un obiettivo importante ma difficile. Ci sarebbe voluta di più una linea comune". E a livello individuale, c'è il rimpianto di non essere riuscito a tirare fuori il meglio da Schick: "Sono convinto che sia un grandissimo giocatore ma ci sono calciatori che a 19 anni sono già maturati e altri no. Spero che possa rimanere e far vedere che non mi ero sbagliato". Ma cosa riserva invece il futuro a Claudio Ranieri? "Mi sono sempre sentito un allenatore 'europeo', sin dalla mia prima esperienza in Spagna: dove ci sarà un progetto che mi intriga, vado".


Share |



LEADER ITALIANA DELL’INFORMAZIONE SPORTIVA
Ogni giorno Italpress fornisce un notiziario aggiornato in tempo reale con circa 300 news, servizi e approfondimenti su tutte le discipline, comprese quelli “minori” che le agenzie tradizionali non trattano. La qualità editoriale è altissima, i plus esclusivi: la cronaca, il commento e i tabellini completi di tutte le partite diurne e notturne entro 15 minuti dal fischio finale.

TUTTI GLI SPORT
Calcio, Formula 1, moto, ciclismo, basket, tennis, volley, rugby, nuoto e pallanuoto, pallamano. Ma anche atletica, boxe, baseball, canottaggio, golf, ginnastica, judo, karate, lotta, scherma, equitazione, sci, pattinaggio su ghiaccio, tiro con l’arco, vela.

OGNI GIORNO
Un notiziario quotidiano sul Campionato e le squadre di calcio di serie A, le principali notizie sulla serie B, eventi e curiosità fino alla D, tabellini di calcio della serie A, B, Prima e Seconda Divisione e serie D, risultati, classifiche, formazioni, prossimi turni e calendari di tutte le manifestazioni sportive.

EVENTI
Una rete di inviati segue regolarmente tutte le trasferte della Nazionale in Italia e all’estero, i Campionati di serie A e B, Olimpiadi, Mondiali, Europei, Giro d’Italia e Tour de France, Coppa Davis. I servizi speciali sono forniti senza costi aggiuntivi per gli abbonati.

GRANDI FIRME
Le principali attività sportive e i grandi eventi vengono sottolineati quotidianamente dalla penna di noti opinionisti del giornalismo e del mondo sportivo italiano.

GOSSIP
Il “dietro le quinte” di tutti gli sport: curiosità dagli spogliatoi e dalle panchine, esoneri e infortuni, indiscrezioni dai centri di potere, incontri e trattative, love story dei campioni.

I PLUS ITALPRESS POLITICA & SPORT
Tutte le connessioni tra il Potere e lo sport. Direttamente dai “palazzi” delle federazioni, notizie fresche e indiscrezioni sulle decisioni, le leggi e le direttive che governano lo sport agonistico e federale. Interviste, opinioni e interventi dei personaggi che contano.

BUSINESS & SPORT
Tutto ciò che collega lo sport all’economia italiana e mondiale. Quotazioni in Borsa delle squadre sportive, sponsorizzazioni, calciomercato. Dati, cifre, movimenti, contratti.