domenica 16 giugno 2019
Pontificio Consiglio della Cultura - Dipartimento Cultura e Sport

SENSIBILIZZARE PER INTEGRARE, CONVEGNO A TOR VERGATA

23 novembre 2017

Sensibilizzare per integrare: si terrà il prossimo martedì 28 novembre la terza edizione del convegno "ZeroIndifferenza. Valorizzare le differenze per abbattere l'indifferenza: sport, arte e cultura per l'inclusione", organizzato dall'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" con il Comitato per la Responsabilità Sociale di Ateneo e la Commissione CARIS per l'inclusione degli studenti con disabilità e DSA in collaborazione con l'associazione "Vivere da sportivi: a scuola di Fair Play", no profit nata con l'obiettivo di promuovere rispetto e lealtà nella vita e nello sport. L'incontro punta a sensibilizzare la comunità accademica e l'opinione pubblica in generale sull'importanza dello sport, dell'arte e della cultura quali strumenti fondamentali di integrazione sociale, di valorizzazione delle differenze e di interazione con le persone con disabilità, al fine di promuovere la cultura della parità e dei valori di non discriminazione (di genere, etnia e nazionalità, religione e convinzioni personali, disabilità, età, orientamento sessuale). Dopo gli interventi istituzionali, fra cui quelli del Rettore di "Tor Vergata" Giuseppe Novelli, del Direttore Generale Giuseppe Colpani e dei Delegati del Rettore Cosimo Tudisco per la Responsabilità Sociale di Ateneo, e Pier Gianni Medaglia per l'inclusione degli studenti con disabilità e DSA, si aprirà una tavola rotonda dal titolo "L'importanza dello sport, dell'arte e della cultura quali strumenti fondamentali per la diffusione di valori etici".

Tra i partecipanti, il Vice Presidente del Parlamento europeo David Maria Sassoli, gli onorevoli Bruno Molea e Laura Coccia, rispettivamente Vice Presidente e Componente della VII Commissione Cultura, scienza e istruzione della Camera dei Deputati, il campione del mondo e pentatleta olimpionico Daniele Masala, la Presidente Comitato Promotore della Campagna "Vivere da sportivi: a scuola di fair-play" Monica Promontorio e Melchor Sánchez de Toca, Sotto-Segretario Pontificio Consiglio della Cultura. "L'Ateneo di "Tor Vergata" - commenta il Professor Cosimo Tudisco, Delegato del Rettore - grazie al Comitato per la Responsabilità Sociale di Ateneo e alla Commissione CARIS per l'inclusione degli studenti con disabilità e DSA, sostiene e realizza da molti anni numerose iniziative di promozione culturale e sportiva identificate con la formula Zero INdifferenza. Valorizzare le differenze per abbattere l'indifferenza. L'obiettivo è favorire l'incontro e il confronto di studenti con e senza disabilità, di diverse etnie e differenti ideologie. Sport, arte e cultura sono, infatti, strumenti fondamentali per la diffusione di valori etici, veicoli insostituibili di interazione umana e superamento dei conflitti. Ma c'è di più: i risultati delle attività di sensibilizzazione su questi temi nell'ambito della Terza missione di Ateneo ci hanno spinto a guardare oltre, ad allargare i rapporti con il territorio, con le istituzioni, con l'auspicata previsione di espandere il messaggio dal "territorio Italia" a tutta l'Europa.

È proprio che alla luce di questa strategia di apertura, attenti all'importanza di una formazione anche personale dei nostri giovani, abbiamo ampliato nei vari corsi di laurea la possibilità di scambi culturali con studenti di altre nazioni: un'esperienza di arricchimento, un passo fondamentale per una società aperta e il progresso sociale". "Con l'appuntamento del prossimo 28 novembre e per la terza volta - è il commento del Rettore Novelli - ZeroINdifferenza racconta l'Università che stiamo costruendo, in linea con la nostra missione a favore di una società inclusiva, senza muri e sostenibile, anche sotto il profilo della coesione sociale. La presenza intorno allo stesso tavolo di alti rappresentanti della società civile, di istituzioni nazionali e europee dimostra come le azioni che "Tor Vergata" sta ponendo in essere nel campo dell'innovazione sociale attirino sempre più attenzione e convoglino entusiasmo, voglia di costruire un programma di lavoro condiviso a tutti i livelli. Questa per noi è l'Università positiva di oggi e di domani".
(ITALPRESS).

Share |


Commenti disabilitati per questo articolo

I nostri blog


etichetta

SU FACEBOOK:


etichetta

I Tweet del Cardinale Ravasi





etichetta

Sport e Chiesa su YouTube