OROSCOPO
venerdì 18 gennaio 2019

I PRINCIPI DI BORBONE IN VISITA A NOTO

24 settembre 2017

Una due giorni all'insegna della beneficenza quella della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie, in visita a Noto. Prima tappa del viaggio ufficiale dei principi Carlo e Camilla è stata ieri all'Istituto comprensivo Giuseppe Melodia: l'incontro con gli alunni e gli insegnanti, la consegna di tre defibrilatori alla scuola, la presentazione dei progetti di beneficenza, le foto di rito con i docenti e i sorrisi. Per immortalare un viaggio memorabile. Il primo in Sicilia per le due principessine, Maria Carolina e Maria Chiara. 

Due giorni densi di attività benefico-assistenziali nell'ambito di tre progetti - "Briciole di Salute", "Buono Libro scolastico" e "Città cardio-protetta" - destinati alle famiglie più bisognose, attraverso l'Ordine Costantiniano di San Giorgio, di cui il principe è Gran maestro.

I principi hanno donato alla scuola 3 defibrillatori e 1500 euro per consentire alle famiglie bisognose di poter usufruire gratuitamente dei testi scolastici, grazie all'intervento dell'Ordine Costantiniano, mentre agli alunni della prima infanzia hanno regalato dei giocattoli. 

Ad accogliere i Reali sono stati la dirigente della scuola, Antonella Manganaro, gli insegnanti e l'orchestra degli alunni che ha intrattenuto i principi e il pubblico con canzoni popolari siciliane. Erano presenti anche la principessa Beatrice di Borbone, Gran Prefetto dell'Ordine Costantiniano, Don Lucio Bonaccorsi dei Principi di Reburdone, delegato, Antonio di Janni delegato vicario e il vicesindaco di Noto. 

Emozionate anche le principessine. La piccola, Maria Chiara, 12 anni, si è esibita al pianoforte e insieme alla sorella maggiore, Maria Carolina, 14 anni, che ha regalato pacchi di caramelle ai bambini siciliani.  

"Il viaggio è stato organizzato con l'intento di visitare una città stupenda del Sud del nostro Paese. È stata un'esperienza formativa per le nostre figlie: sono giovani e cerchiamo di insegnare loro che aiutare il prossimo è fondamentale - hanno spiegato all'Italpress i principi - Poter incontrare altri bambini e famiglie che ci raccontano le loro storie rappresenta per noi la possibilità di comprendere come possiamo aiutare gli altri nel miglior modo possibile. Da qui nascono i progetti Briciole di Salute, Buono Libro e città cardio-protetta che hanno lo scopo di supportare la società civile in ogni settore - hanno aggiunto -. Abbiamo deciso di assecondare la richiesta delle nostre figlie che da anni volevano visitare la Sicilia e abbiamo deciso di iniziare da Noto, il cui centro storico è patrimonio dell'Umanità e l'architettura civile risalente al periodo preunitario è di notevole livello, come si può solo vedere nella splendida creazione della Porta Ferdinandea costruita in occasione dell'arrivo di Sua Maestà Ferdinando II di Borbone. È proprio questo l'elemento che ci ha spinto a investire sempre nelle città dell'Antico Regno a livello culturale, sanitario e benefico assistenziale". 

 

"La Sicilia ha infinite bellezze e tanti luoghi storici che ci permettono di ripercorrere la strada dei nostri avi", ha detto la principessa Maria Carolina. Mentre la principessa Maria Chiara, emozionata afferma: "Conserveremo il ricordo di questi giorni meravigliosi".   

Un'occasione, quella della visita a Noto, per parlare del senso che ancora oggi può avere la monarchia. Carlo di Borbone è il rappresentante del cosiddetto ramo italo-francese della Casa reale del Regno delle Due Sicilie: uno Stato  esistito tra il 1816 e 1861, ovvero dalla Restaurazione all'Unità d'Italia. Prima della Rivoluzione francese del 1789, la dinastia dei Borbone regnava negli stessi territori divisi nel Regno di Napoli e nel Regno di Sicilia. 

E' stato un pranzo a base di piatti tipici siciliani quello che hanno assaporato i principi nella Tenuta dei Reburdone del principe don Lucio Bonaccorsi, marito della stilista Luisa Beccaria. Tra il verde dell'ex feudo Castelluccio, i Reali sono stati allietati dalla musica di un gruppo folcloristico. 

Non solo mondanità, comunque. Nel pomeriggio i Reali hanno incontrato a Palazzo arcivescovile il vescovo di Noto, monsignor Antonio Staglianò. E' stata l'occasione per donare un altro defibrillatore alla squadra di calcio locale. 

"La beneficenza fa parte della vita degli esseri umani, siamo tutti esseri bisognosi - ha detto il vescovo alla fine della visita -. Le persone che stanno bene hanno il dovere e il diritto di soccorrere quelle che hanno bisogno, affinché si faccia maggiore giustizia. La popolazione globale sviluppa una forbice disastrosa, una gerarchia 'assurda' la chiama Renato Zero nella canzone 'Gesù'. È giusto che la forbice non si allarghi ma si ricomponga. Ogni gesto anche piccolo di umanita fatto con l'umilta' di chi non vuole dall'alto - quasi pietisticamente - offrire qualcosa ma di chi si mette nella condizione degli altri, è ben accetto". 

Momento top della giornata la cena di gala a Palazzo di Jacques Garcia, dove il noto architetto francese ha festeggiato i suoi 70 anni. Più di 300 gli invitati per il ballo in maschera, perlopiù nobili parigini, principi di tutta Europa, dame e cavalieri, intrattenuti da spettacoli e opere liriche. 

Tutte rigorosamente in lungo, la principessa Camilla ha indossato un abito bianco e rosso dello stilista Renato Balestra, la principessina Maria Carolina un vestito della collezione Haute Couture della stilista siciliana Luisa Beccaria, mentre la principessa Maria Chiara un grazioso abito di una stilista casertana. 

A chiudere la visita dei Reali in Sicilia la messa di stamattina in cattedrale officiata dal vescovo Staglianò che, durante l'omelia, ha mandato un messaggio chiaro ai Reali: "La vera altezza è l'umanità di Gesù a cui tutti possono aspirare aiutando con opere concrete chi ha bisogno". Poi ricordando una citazione del cardinale Giacomo Biffi, Staglianò ha sottolineato che "non bisogna avere paura dei cattolici non praticanti ma dei praticanti non cattolici".

 

 



Share |



L’INFORMAZIONE LOCALE CAPILLARE E TEMPESTIVA
Ogni giorno, oltre 200 news e servizi per coprire capillarmente ogni aspetto della vita siciliana: cronaca, sport, politica, sindacati, economia, turismo, ambiente, cultura e spettacolo.

POLITICA
L’attività parlamentare e quella del Governo siciliano, le notizie più importanti delle 9 province, dei 9 capoluoghi di provincia oltre che dei principali Comuni siciliani.

CRONACA
Dalla nera alla bianca, passando anche per la rosa: tutto quanto fa cronaca in un solo click.

ECONOMIA
Le principali notizie sul mondo economico e sindacale siciliano, sulle sue aziende e sui suoi protagonisti.

SPORT
I principali avvenimenti sportivi siciliani e delle squadre isolane impegnate in Italia ed all’estero, le curiosità, i risultati e i commenti.

SPETTACOLO
I principali appuntamenti culturali e di spettacolo: prime teatrali, mostre, concerti ed incontri. Notizie, recensioni, interviste e commenti con i protagonisti dello spettacolo in Sicilia.