OROSCOPO
sabato 23 giugno 2018

CONSIGLIO REGIONALE CALABRIA APPROVA BILANCIO, MANOVRA DA 7 MLD

22 aprile 2015

REGGIO CALABRIA (ITALPRESS) - Il Consiglio regionale della Calabria ha approvato il Bilancio. Si tratta di una manovra che vale complessivamente 6,9 miliardi di euro, al netto delle contabilita' speciali e dell'anticipazione di cassa. Le spese per la Sanita' costituiscono il 48% del totale delle risorse ed ammontano a 3.302 milioni di euro. Le risorse Por e Poc 2007-2013 rappresentano invece il 17% del Bilancio con 1.171 milioni di euro. Nel dettaglio, in Aula sono passati il Documento di Programmazione economica e finanziaria della Regione Calabria, il collegato alla manovra di finanza regionale per l'anno 2015 e la legge di stabilita' regionale con un emendamento firmato dal presidente Mario Oliverio che destina 3 milioni di euro, prelevati dal fondo delle imprese, per abbattere le tasse di ancoraggio del porto di Gioia Tauro. Approvato anche "il bilancio di previsione del Consiglio regionale per l'anno 2015 e pluriennale 2015-2017".  "Responsabilita' e trasparenza - ha detto il vicepresidente della Regione, nonche' assessore al bilancio, Vincenzo Ciconte, illlustrando in Aula i punti del provvedimento - saranno i cardini di un'incisiva azione di governo, volta innanzitutto a ridurre il peso della burocrazia, semplificare le procedure, migliorare la qualita' e la quantita' delle prestazioni rese ai cittadini. E' necessario - ha aggiunto - conseguire risultati sul fronte della crescita, dello sviluppo, della promozione e della valorizzazione delle grandi risorse umane, naturali e culturali di cui la nostra
terra e' ricca". "Per evitare il rischio che la perdita di risorse umane e imprenditoriali impedisca alla Calabria di agganciare la ripesa - ha detto ancora l'Assessore al Bilancio della Regione Calabria - il Governo regionale si impegna a semplificare la governance regionale, eliminare sprechi e privilegi, snellire la burocrazia e promuovere politiche attive per il lavoro e lo sviluppo. Si puntera' - ha concluso - sulla razionalizzazione delle risorse e
sulla valorizzazione di turismo, agricoltura, artigianato, investendo, in termini di innovazione, istruzione e competitivita', soprattutto su giovani e imprese".  Il presidente della Commissione Bilancio Giuseppe Aieta, relazionando sul Dpefr, prima del dibattito ha dichiarato: "Con la programmazione 2014-2020 si pone attenzione al rinnovamento delle componenti produttive piu' promettenti e reattive del sistema regionale e alla ripresa di competitivita' del tessuto economico territoriale attraverso l'innovazione. Occorre inoltre - ha detto - incentivare la crescita dei flussi di visitatori e turisti attraverso azioni finalizzate alla valorizzazione del patrimonio culturale e naturale della Calabria". Per quanto concerne il sistema sanitario, Giuseppe Aieta ha evidenziato che "il documento riporta un  aggiornamento in merito al debito pregresso delle Aziende del sistema sanitario regionale. La Regione - ha aggiunto - nel 2015 continuera' il monitoraggio sul pagamento del debito pregresso, con l'obiettivo di normalizzare la sanita' calabrese". In  In apertura dei lavori, prima di affrontare i punti sul Bilancio, il Consiglio regionale della Calabria ha osservato un minuto di raccoglimento per "le vittime della tragedia che si e' consumata nel canale di Sicilia". "Di fronte a questa ecatombe - ha spiegato il presidente Antonio Scalzo - abbiamo il dovere di manifestare il nostro cordoglio". L'Assemblea ha anche approvato all'unanimita' un ordine del giorno del consigliere del Pd Domenico Battaglia sul tema dell'immigrazione. Il provvedimento impegna la Giunta ad "attuare gli interventi e gli strumenti di programmazione contenuti nella legge sull'accoglienza" e a "sensibilizzare la Commissione europea - si legge nel testo - affinche' assuma ogni necessaria iniziativa volta a far fronte all'emergenza umana in atto nel Mediterraneo, che coinvolge pienamente anche la Calabria".  Dopo l'approvazione del bilancio l'Assemblea calabrese e' stata momentaneamente sospesa.

(ITALPRESS).

 


Share |



L’INFORMAZIONE LOCALE CAPILLARE E TEMPESTIVA
Il Sud visto dal Sud.
L’Italpress propone ai suoi abbonati il primo notiziario
d’agenzia dedicato al Mezzogiorno.
Uno sguardo completo su una realtà complessa e variegata, una lente d’ingrandimento su tutti i principali fatti quotidiani legati alla politica, ai temi macroeconomici, al mondo delle imprese e del sindacato, alla pubblica amministrazione di Sicilia, Calabria, Puglia, Abruzzo, Molise, Basilicata, Campania.
Il Meridione come non è mai stato raccontato.

POLITICA
Voce alle Regioni e ai Consigli regionali. I principali avvenimenti dell’agenda politica quotidiana, sette giorni su sette.
Le interviste ai protagonisti della vita delle amministrazioni pubbliche, centrali e locali.

ECONOMIA
Qual è lo stato di salute del Mezzogiorno? Le ricette per l’occupazione stanno dando frutti? I fondi comunitari consentiranno al Sud di rialzare la testa? Quali sono i settori che tirano di più? Studi, ricerche, statistiche. Indicatori economici da una pluralità di fonti, sempre aggiornati, 365 giorni all’anno. E ovviamente news, commenti e opinioni.

IMPRESE
La vita delle aziende raccontata da chi dentro l’azienda c’è da sempre: le associazioni di categoria, il sindacato, i lavoratori. Focus sulle principali vertenze e i principali focolai di crisi.
Il notiziario Mezzogiorno dell’Italpress racconta però anche le isole felici, dando voce ai settori che non conoscono battute d’arresto. Uno sguardo privilegiato anche al mondo del credito, a quello dei trasporti e alle infrastrutture.

etichetta

Lifestyle



etichetta

ABRUZZO

etichetta

BASILICATA

etichetta

CALABRIA

etichetta

CAMPANIA

etichetta

MOLISE

etichetta

PUGLIA

etichetta

SICILIA